A2 – Tante conferme e 5 novità: riparte con entusiasmo il progetto giovani del Fanola

A2 – Tante conferme e 5 novità: riparte con entusiasmo il progetto giovani del Fanola

Il Fanola pronto a ripartire.

di La Redazione

Si avvicina la nuova stagione anche per il Fanola San Martino di Lupari. La seconda squadra giallonera, che è stata inserita ancora nel girone Nord e sarà al via del campionato di A2 per il quinto anno consecutivo, si prepara ad affrontare una nuova stimolante avventura. Come anticipato già nelle settimane scorse, in panchina al posto di Enrico Valentini (diventato assistente di Abignente in A1) ci sarà Francesca Di Chiara, insieme a Michele Tomei e Ighor Reghellin.

Il roster riparte da tante certezze, a cominciare dalla capitana Claudia Amabiglia (1998), che ha voluto sposare ancora il progetto Lupebasket nonostante le offerte nella categoria non le mancassero di certo. Riconferme importanti anche per giocatrici come Francesca Beraldo (1999), Chiara Meroi (2001), Sara Nezaj (2001), Martina Rosignoli (2001), Elena Giordano (2002), Alice Peserico (2002), Irene Guarise (2003), con la promozione in pianta stabile di Veronica Antonello (2003), Anna Fontana (2004), Sofia Frigo (2004), e l’inserimento in gruppo di altri giovani e talentuosi elementi come Giorgia Mini (2004), Gloria Malin (2005), Francesca Toffolo (2005).

Rispetto allo scorso anno, oltre a Francesca Pasa e Sara Toffolo che disputeranno solo il torneo di A1 col Fila, non faranno invece parte del roster Ludovica Fietta, Alessia Coccato, Matilde Benato e Monika Damjanovic: a tutte loro vanno un ringraziamento e un grande in bocca al lupo per le loro prossime avventure sul campo!

Ma non mancano le novità. Cinque nuove giovanissime atlete, tutte già nel giro delle Nazionali giovanili, entrano infatti a far parte del progetto Lupebasket: si tratta di profili importanti che esemplificano la filosofia del club giallonero, da sempre desideroso di puntare su ragazze giovani che, attraverso un percorso di lavoro e di crescita, possano arrivare a calcare i campi della serie A1.

La più grande ha compiuto 17 anni pochi giorni fa: Sofia Taeko Varaldi, classe 2003, è un’ala di 188 cm. Piemontese, cresciuta nella società LaPolismile, ha disputato le ultime tre stagioni con High School Basket Lab, il progetto della Federazione Italiana Pallacanestro che coinvolge alcune delle più talentuose atlete di tutta Italia. Nella scorsa stagione di A2, Sofia ha disputato 19 partite facendo registrare medie di 3.7 punti e 2.9 rimbalzi.

Un’altra ragazza che arriva dal progetto azzurro di High School Basket Lab è Arianna Arado. Ala di 182 cm, Arianna è nata nel 2004 in Liguria, dove ha mosso i primi passi con le maglie di Savona, Loano e Pegli. Anche per lei la prima esperienza in A2 è stata positiva: i suoi numeri, cresciuti nel corso della stagione, parlano di 3.3 punti e ben 7.2 rimbalzi di media nelle 16 partite disputate con la squadra di coach Lucchesi.

Proviene dalla Liguria anche Matilde Pini, lunga di 182 cm. Classe 2004, Matilde è cresciuta nel Basket Pegli, ed è un punto fisso delle Nazionali giovanili, per le quali ha vestito anche i gradi di capitano. Nell’ultima stagione ha giocato anche in serie B con la formazione ligure, facendo registrare ottime prestazioni e diverse partite in abbondante doppia cifra.

Ha familiarità coi colori azzurri anche Manuela Rech, altra atleta del 2004 proveniente in questo caso dal Belvedere Basket Trento. L’ala di 180 cm ha partecipato lo scorso novembre al Torneo di Porec con la Nazionale Under 16, nel quale è stata compagna di squadra della stessa Pini, mentre in campionato ha giocato in serie C con Belvedere, nello stesso girone delle Giovani Lupe. A gennaio ha vinto inoltre uno dei Premi di Studio istituiti in tutta Italia dalla FIP, destinati agli atleti/studenti più meritevoli sia in campo sportivo sia scolastico, riconoscimento andato anche alla neo compagna Irene Guarise.

La più giovane è infine Daba Diakhoumpa, ala/pivot di 185 cm che arriva dalla Pro Patria Busto Arsizio. La giocatrice classe 2005 può già vantare diverse convocazioni nelle selezioni regionali e anche nelle Nazionali giovanili, e con la formazione lombarda ha esordito in serie C. Richiesta da diversi club, l’atleta di origini senegalesi ha scelto San Martino di Lupari lusingata anche dalla possibilità di allenarsi al fianco di Astou Traoré, stella del basket africano e neo acquisto del Fila.

«Sarà sicuramente una stagione difficile e ricca di insidie per tanti aspetti – spiega Francesca Di Chiara, a San Martino dal 2017 – Ci sono diverse squadre con roster importanti, ben costruiti. La nostra è una formazione giovane che venderà cara la pelle, curando sempre la crescita delle singole e del gruppo, e che cercherà di mettere in difficoltà chiunque guardando a una partita per volta. Lavoreremo sodo in palestra e sono certa che le ragazze, supportate da società e tifosi, daranno il cento percento per raggiungere quanto prima la salvezza, che resta il nostro obiettivo minimo dal quale provare poi a costruire qualcosa in più».

Sui nuovi arrivi, la 33enne coach si esprime così: «La società, che ci tengo a ringraziare, ha messo in campo un grande sforzo, soprattutto in questo momento di incertezza e difficoltà economica, reclutando queste nuove ragazze che andranno a rinforzare principalmente la A2 e l’Under 18. Sono tutte ragazze molto giovani ma con tanta voglia di lavorare e grandi margini di miglioramento. Alcune di loro saranno già aggregate al gruppo di allenamento dell’A1. L’obiettivo, in sinergia con tutto lo staff di A1 e A2, è quello di portarle al livello più alto di crescita possibile».

A tutte loro rivolgiamo un grande benvenuto nella famiglia Lupebasket, così come facciamo un in bocca al lupo a tutte le ragazze del Fanola, per un’altra stagione di crescita nella quale sicuramente le soddisfazioni non mancheranno.

Ufficio Stampa Lupebasket

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy