A2-Tegola Ancona: a Napoli senza Sordi

0

Meglio di così non poteva andare. Nella gara decisiva della stagione, l’Ancona Basket ha sfoderato la prestazione più convincente dall’inizio dell’anno dimostrando a tutti gli addetti ai lavori la propria forza e la propria versatilità. Ogni giocatrice scesa in campo ha dato il massimo e il punteggio finale lo dimostra ampiamente. Non c’è mai stata partita al PalaRossini e Ferrara alla fine ha dovuto arrendersi come un mucchietto di ghiaia di fronte ad una terribile schiacciasassi (79-60). Il pubblico di casa ha finalmente potuto ammirare una formazione solida, motivata, grintosa e soprattutto capace di variare gli schemi di gioco in corsa come ha dimostrato l’efficiente uso del pressing e della difesa alta ad un certo punto del match. La Nostra è diversa da inizio stagione, ora è più matura e merita di disputare la poule promozione con compagini di tutto rispetto. Da qui in avanti, Sordi e compagne se la vedranno con Catania, Napoli, Battipaglia e Ariano Irpino e non con Bologna, Vigarano e Broni che sono sì nello stesso girone delle doriche, ma si sono già incrociate nella conference appena terminata. In virtù della classifica precedente sono stati assegnati dei punteggi di partenza in questo nuovo girone e le ragazze di Gaspari occupano l’ultimo posto, unitamente ad altre squadre con 4 punti. Partire con questo handicap non è facile così come non lo sarà risalire la china dato che nel prossimo incontro sbarca al PalaRossini la Saces Napoli. La formazione partenopea ha vinto il suo raggruppamento e può contare su alcune atlete di notevole spessore come l’azzurra Dacic, campione d’Italia con Taranto alcuni anni fa e la Pastore, play ex Schio. Per non parlare del coach Sandro Orlando che nel suo palmares annovera 2 scudetti, 2 Coppe Italia e una Eurocup con Schio e una Coppa Italia con Ribera. Insomma una corazzata, non invincibile però. La Vesta Droptek “ultima versione” ci ha abituato bene ed è piena di entusiasmo per la condizione ritrovata e per l’ottimo inserimento delle nuove arrivate. Ora ha la possibilità di iniziare da zero un nuovo campionato e può togliersi grandi soddisfazioni.

Chi può già mettere una seria ipoteca anche su questo girone è Vigarano che forte dei suoi 12 punti e del suo primo posto solitario, riceve il fanalino di coda Catania. Provano a seguirne la scia Ariano Irpino e Battipaglia che ospitano rispettivamente Broni e Bologna. Chiude il programma Ancona-Napoli. A comunicato già scritto è arrivata la notizia del grave infortunio alla caviglia della Sordi che non sarà sicuramente della partita.:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here