A2 – Un buon Selargius supera Livorno

Selargius-Livorno 60-46

di La Redazione

Techfind San Salvatore Selargius – Jolly Acli Livorno 60 – 46 (15-13, 35-26, 43-34, 60-46)

TECHFIND SAN SALVATORE SELARGIUS: Melis NE, Simioni* 6 (1/3, 0/3), Mura 9 (3/5 da 3), Pandori, Pinna 3 (1/3 da 3), Granzotto* 5 (1/2, 1/3), Manzotti* 19 (5/11, 3/10), Loddo NE, Cutrupi* 12 (5/6 da 2), Ceccarelli 5 (0/1, 1/2), Demetrio Blecic, El Habbab* 1 (0/5, 0/2)
Allenatore: Fioretto R.
Tiri da 2: 12/28 – Tiri da 3: 9/28 – Tiri Liberi: 9/16 – Rimbalzi: 53 20+33 (Cutrupi 13) – Assist: 14 (Simioni 4) – Palle Recuperate: 6 (Mura 1) – Palle Perse: 19 (Mura 4)
JOLLY ACLI LIVORNO: Guilavogui* 10 (5/11 da 2), Degiovanni* 12 (3/8, 2/4), Ceccarini* 4 (1/5, 0/4), Patanè, Simonetti, Orsini* 8 (3/6, 0/5), Poletti 2 (1/1, 0/2), Giangrasso 8 (2/2, 1/5), Sassetti NE, Evangelista* 2 (1/1, 0/4)
Allenatore: Pistolesi M.
Tiri da 2: 16/38 – Tiri da 3: 3/24 – Tiri Liberi: 5/6 – Rimbalzi: 27 9+18 (Evangelista 5) – Assist: 7 (Degiovanni 3) – Palle Recuperate: 10 (Degiovanni 5) – Palle Perse: 8 (Ceccarini 2)
Arbitri: Di Pilato F., Lucotti M.

Non smette di correre la Techfind San Salvatore. Superando per 60-46 la Jolly Acli Livorno, la squadra di coach Roberto Fioretto ha ottenuto la quarta vittoria su cinque incontri disputati nel campionato di Serie A2 Femminile. Una prestazione ancora convincente per le giallonere, guidate offensivamente dai 19 punti di Giulia Manzotti.

I 40 minuti del PalaVienna non sono stati semplici: Livorno è infatti scesa sul parquet con piglio combattivo e inizialmente ha mantenuto la testa dell’incontro grazie alle incursioni di Degiovanni e Guilavogui (8-13 in avvio). Con un break di 7-0, però, la Techfind ha ripreso le avversarie e le ha sorpassate proprio in conclusione di prima frazione portandosi in vantaggio sul 15-13. Nel secondo quarto le selargine hanno continuato a premere sull’acceleratore grazie anche al forte predominio a rimbalzo (alla fine saranno 53 carambole conquistate contro le 27 della Jolly Acli) e hanno preso definitivamente in mano le redini della gara. Un’ottima Mura ha indicato la strada con la tripla del 21-13, poco dopo Pinna l’ha imitata inducendo il tecnico ospite Pistolesi a chiedere il timeout. Le labroniche, a questo punto, hanno abbozzato una reazione, ma il San Salvatore è stato bravo a mantenere la testa fino al 35-26 di metà partita.

Livorno non ha ceduto, e al rientro in campo si è portata a un solo possesso di distanza dalle giallonere (35-32). In un quarto caratterizzato da numerosi errori (appena 8 i punti segnati per parte) Granzotto e compagne hanno tenuto botta e riallungato sul +9 con una gran bomba di Manzotti a fil di sirena.

Nell’ultimo quarto la Techfind è stata abile a spegnere i residui tentativi di rientro in partita di Livorno: Manzotti ha continuato a realizzare, mentre Cutrupi ed El Habbab si sono confermate dominatrici sotto i tabelloni. Per le ospiti non c’è stato più nulla da fare. E’ dunque finita 60-46 per il San Salvatore, che sale a quota 8 punti in classifica e si conferma nei piani alti della graduatoria.

Techfind San Salvatore-Jolly Acli Livorno 60-46

Techfind: Melis ne, Simioni 6, Mura 9, Pandori, Pinna 3, Granzotto 5, Manzotti 19, Loddo ne, Cutrupi 12, Ceccarelli 5, Demetrio Blecic, El Habbab 1. Allenatore: Fioretto

Livorno: Guilavogui 10, Degiovanni 12, Ceccarini 4, Patanè, Simonetti, Orsini 8, Poletti 2, Giangrasso 8, Sassetti ne, Evangelista 2. Allenatore Pistolesi

Parziali: 15-13; 35-26; 43-34

Arbitri: Di Pilato e Lucotti

Agenzia Directa Sport

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy