A2- Uragano Erika Striulli: Cus Cagliari batte San Giovanni Valdarno dopo una partita infinita

A2- Uragano Erika Striulli: Cus Cagliari batte San Giovanni Valdarno dopo una partita infinita

Striulli tarantolata con 38 punti a referto: Cus Cagliari vince 94-91 contro RR Retail Valdarno dopo quattro overtime.

di Daniele Tagliabue, @Danyboy1991

Semplicemente irreale. Un uragano in azione. Prendete carta e penna e accanto al risultato finale di 94-91 scriveteci il nome di Erika Striulli, indiscussa Mvp della partita. Cinquantanove minuti e ventidue secondi in campo sui sessanta disputati nella contesa, con 38 punti a referto (13/23 dal campo) a cui sommare 5 rimbalzi, 7 assist e ben 10 falli subiti. Ma non solo numeri, perchè Striulli completa una serata monumentale col furto finale a Calamai e il successivo 1/2 che mette i titoli di coda alla gara. Un incontro vietato ai deboli di cuore, con la RR Retail che pur avendo rotazioni più ampie e una Bona dominante con 27 punti, 18 rimbalzi e 17 falli subiti è costretta a cedere aggiungendo l’ennesimo passo falso a un cammino che fino ad oggi ha visto troppi alti e bassi.

Cronaca –  Avvio da ritmi blandi, con le due compagini a rispondersi colpo su colpo con il 12-11 dopo cinque minuti di gioco. Striulli inizia il suo show offensivo e i suoi sei punti in fila seguiti dalla tripla di Saias, valgono il primo break di giornata sul 21-13. De Pasquale e Missanelli limitano i danni con il primo quarto che termina 21-17. In avvio di secondo quarto ancora Cus, con due triple di Novati che ridanno ossigeno alle padrone di casa. La reazione ospite non tarda ad arrivare e sull’asse Bona-Rosellino arriva la parità a quota 30. La stessa Bona e De Pasquale firmano il sorpasso (32-35), ma gli ultimi acuti sono del duo Striulli-Landi che piazzano il 38-36 alla pausa lunga. Il copione non cambia nel terzo periodo, quando le due squadre si alternano al comando della gara con nessuna delle due in grado di trovare parziali importanti e a dieci dalla fine, è ancora più due Cus sul 55-53. De Pasquale apre gli ultimi dieci minuti ma Striulli, Caldaro e Ljubenovic ricacciano a meno cinque le ospiti. Quattro punti di Calamai tengono in scia Valdarno (65-62), mentre l’1/2 di Bona vale il meno due a trenta secondi dal termine. Ljubenovic non la chiude, De Pasquale cattura il rimbalzo, Calamai trova Manfrè tutta sola con la numero diciassette glaciale a insaccare il 65-65 che manda tutti al supplementare. Si riparte con le solite protagoniste, Striulli ne mette quattro in fila ma Bona non è da meno e la parità è ancora padrona sul tabellone. Striulli regala ancora il vantaggio al Cus, ma dall’altro lato Bona trova ancora due punti e l’errore finale di Striulli vale altri cinque minuti di gioco sul 71-71. Nel secondo extra time si vedono altre protagoniste, Landi segna e si carica, De Pasquale e Missanelli arricchiscono il bottino personale tenendo agganciate le toscane sul 78-76. Il pareggio lo piazza ancora Bona, prima di tanti errori sui due lati del campo che portano tutti al terzo extratime sul 78-78.  Terzo supplementare che vede le sarde prive di Ljubenovic e un quintetto in versione “ridotta”,  ma Striulli continua a esser indemoniata e rimette a più quattro il Cus. Altobelli pesca il jolly dalla panchina e con l’ingresso di Costa, Calamai trova più spazio in attacco e con due canestri di puro talento impatta a quota 82. Striulli in lunetta trova il più uno, ma i giri in lunetta di Costa e Rosellini ribaltano la contesa e a trenta secondi dal termine è 83-85. Cagliari non molla, Striulli dimostra ancora una volta di esser una leader totale giocando e trovando il fallo da cui arriva il 2/2 del nuovo pareggio. Missanelli non trova il tiro della vittoria e l’85-85 regala ancora cinque minuti di gioco con Altobelli che perde De Pasquale per falli. L’epilogo finale è quello del quarto overtime: il botta e risposta Bona-Landi riapre la contesa mentre il 2/2 di Striulli rimette le cagliaritane al comando. Valdarno al contrario inizia a forzare troppo e con il canestro di Landi su assist della solita immensa Striulli, è 91-87. Manfrè e Missanelli propiziano gli ultimi rientri delle toscane sul meno due (93-91) con la successiva palla persa per ventiquattro secondi dalla formazione di Xaxa che lascia aperto ogni discorso. Immediato il timeout ospite, ma al rientro Calamai si fa beffare da Striulli che ruba palla e in lunetta piazza l’1/2 che chiude i conti. Manfrè può solo provare il classico tiro della disperazione che non trova però il bersaglio. Esplode la sirena. Esplode l’urlo di Striulli e compagne. Il Cus Cagliari vince 94-91.

MVP BASKETINSIDE.COM: STRIULLI

CUS CAGLIARI 94 RR RETAIL SAN GIOVANNI VALDARNO 91

Cagliari: Puggioni 18, Landi 9, Striulli 38, Caldaro 6, Ljubenovic 7, Cau ne, Novati 9, Serra ne, Saias 3, Sanna ne, Madeddu,  Niola 4. All. Xaxa
San Giovanni Valdarno: De Pasquale 13, Calamai 17, Bona 27, Missanelli 15, Manfrè 9, Rosset ne, Cecili, Rosellini 8, Egwho ne, Costa 2. All. Altobelli

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy