A2 – Velco in scioltezza su Biassono: Solè illumina Vicenza

di La Redazione

È una AS Velco Vicenza che supera in scioltezza il Biassono quella che arriva a conquistare la quinta vittoria consecutiva in questo inizio di campionato. Ma coach Loris Barbiero guarda oltre l’asticella: il tecnico biancorosso infatti nonostante il divario enorme a fine partita tra le due squadre (un eccezionale 104-14 per la Velco di valutazione nelle statistiche totali) non è soddisfatto: “perchè quando chiedi negli spogliatoi di fare determinate cose e poi in campo non vengono eseguite, non si può essere soddisfatti”.

E poi Barbiero ripensa ai quei primi dieci minuti di gioco in cui, dopo un’altra partenza sprint della sua squadra che sembrava mettere la partita sui binari in discesa, la squadra si è fatta rimontare e superare dalle ospiti sul punteggio di 12-13.

“Non possiamo permetterci cali di tensione del genere, se avessimo avuto di fronte le squadre più forti del campionato cosa sarebbe successo?”.

Ci ha pensato la nuova arrivata Clara Solè a ergersi protagonista della gara, prima con una conclusione da tre punti e poi un canestro da sotto dopo un aver conquistato un rimbalzo in attacco che propizia l’allungo di Vicenza sul 25-16. Le biancorosse da quel momento non si guardano più indietro, con un parziale di 24-3 che spegne le ambizioni di Biassono, rimasta a secco per 15 lunghi minuti di gioco a cavallo tra secondo e terzo periodo. L’unica che prova a tenere in piedi la sua squadra è Laura Rossi, ma Vicenza stasera, anche senza Pieropan tenuta a risposo precauzionalmente per qualche risentimento muscolare e con le big per lunghi tratti in panchina, è ispirata, anche in attacco, con Solè che chiude a quota venti punti (e 25 di valutazione) la sua gara:

“Dobbiamo ancora migliorare ed entrare in sintonia in campo – spiega a fine gara la catalana parlando del suo ambientamento in squadra – le mie compagne però sono ottime e appena è arrivata la chiamata da Vicenza ho deciso di lasciare la Germania dove avevo iniziato la stagione per venire qui: finora mi sono trovata come in una famiglia”.

“Fisicamente sto bene – prosegue Solè – devo solo entrare nei meccanismi della squadra e cercare di essere più fisica in campo come mi chiede Barbiero, qui in Europa si gioca più duramente e gli attacchi si adattano in base alle difese, mentre quando giocavo al college negli Usa avevamo anche una ventina di schemi come soluzioni offensive”.

Dopo quanto ha fatto vedere stasera Solè i tifosi biancorossi possono guardare avanti con più fiducia verso un futuro luminoso.

Velco Vicenza- Biassono 71-38

VELCO: Fietta 10, Colombo 7, Martelliano 6, Corà, Scaramuzza 5, Solè 20, Ferri 3, Benko 8, Prospero 5, Zuin 3, Busnardo 4. All. Barbiero

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy