A2-Virtus Cagliari, contro il Sanga l’ultimo treno per la poule promozione

0

Dopo le festività natalizie, si riparte con il campionato di serie A2 femminile. La Virtus Cagliari domani, è attesa, in casa da una sfida davvero difficile contro una squadra, il Sanga Milano, che è sempre stata la bestia nera, delle virtussine. Lombarde posizionate al quarto posto della graduatoria e, quindi, con un piede nei playoff per la promozione in serie A1. La Virtus insegue a quattro punti di distanza. Entrambe le squadre, prima della sosta hanno conquistato punti facili. Le cagliaritane in trasferta contro Biassono, mentre Milano in casa contro l’Astro.

Nella gara d’andata fu vittoria netta da parte delle padrone di casa, ma stavolta la Virtus vorrà vendere cara la pelle e giocare a viso aperto contro Milano e davanti al proprio pubblico, che fin dall’inizio della stagione l’ha incoraggiata e sostenuta, nella buona e nella cattiva sorte. Il coach cagliaritano Carla Tola, per questa sfida non dovrebbe avere problemi di formazione (anche se l’infortunio dell’ultimo secondo è sempre in agguato). A Milano servono assolutamente i due punti per blindare la sua posizone di classifica e brindare al passaggio del turno. Interessante comunque la sfida tra due delle “checchine” del campionato.

Tra le cagliaritane Carolina Scibelli al secondo posto con 160 punti finora realizzati e Michel Frantini al terzo posto con 145. Ma tutta la rosa di Milano incute timore. La Virtus comunque ha sempre dimostrato di affrontare a viso aperto qualsiasi sfida anche la più difficile. Oltre a Frantini, nel Sanga da tenere in considerazione elementi come Silvia Gottardi, Susanna Stabile e Alessandra Calastri. In pratica, coloro che nella gara d’andata misero in ginocchio le ragazze cagliaritane battute per 64-44. Dopo la sfida di domani per la Virtus un turno di riposo, prima di affrontare l’ultima gara della prima fase, in trasferta, contro la Pallacanestro Torino.La partita avrà inizio alle 18,30 al PalaRestivo e sarà trasmessa in diretta radiofonica sui 94,100 FM di Radio Golfo degli Angeli.

-Intervista al presidente della Virtus Riccardo Fava

Presidente Fava, la Virtus inizia il 2014 con quali propositi?

“Con gli stessi obbiettivi dell’inizio campionato: ottenere una salvezza tranquilla ma anche, portare avanti quante più atlete del giovanile alla soglia della prima squadra di A2”.

A proposito di prima squadra, la finestra di mercato è aperta. La Virtus?

“Ora come ora non ci sono i presupposti , ne si presenta l’esigenza di dover necessariamente intervenire sul mercato per centrare i nostri obbiettivi. Aumentare il roster vorrebbe anche dire dover necessariamente diminuire la possibilità di minutaggio per alcune delle giovanissime, e questa non é certo l’obbiettivo societario. In un clima di contingenza come quello attuale, poi, dove i contributi Regionali allo Sport sono ancora una volta diminuiti, (30% in meno dello scorso anno, che era già stato diminuito del 20% rispetto al 2011…) dobbiamo necessariamente prestare la massima attenzione al bilancio di spesa”.

Quindi una squadra che, nonostante l’assenza di un elemento ha le carte in regola per salvarsi?

“Siamo certi di salvarci; anche senza Linguaglossa, con l’attuale organico in nostro possesso e vista la forza delle nostre concorrenti, otterremo la salvezza”.

A proposito ha sentito Linguaglossa per Natale?

“Ho mandato alla ragazza i miei auguri per le festivita’ Natalizie tramite il suo procuratore, non solo, ma anche, sicuramente gradito, il saldo del suo stipendio”.

A quando il rientro di Eleonora Fava?

“Il rientro di Eleonora avverrà quanto prima, speriamo nel mese di gennaio, ma di certo, solo quando la ragazza si sentirà pronta e convinta al 100% di poter rientrare. Tutto comunque procede per il meglio, e i suoi progressi sono costanti e regolari”.

Domani contro Sanga Milano…si può fare?

“All’andata in casa loro abbiamo preso una bella scoppola,perdendo di 20 punti e giocando decisamente male. Non credo che ci sia questo divario tra le due squadre, e pur rispettando nel dovuto modo La squadra milanese, son sicuro che le nostre ragazze vorranno riscattarsi. La cosa importante comunque e’ che entrino in campo concentrate e convinte di poter ottenere la vittoria. Speriamo anche che ,come con l’ultima partita in casa contro l’Astro, ci sia un pubblico caloroso a darci una mano! E poi…che poi vinca la migliore”.