A2Nord: Ruggito di Valmadrera. Sconfitta inaspettata per Crema

0

Sea Logistic Valmadrera – Tec-mar Crema 60-49 (parziali: 16-10, 27-25, 44-37)

SEA LOGISTIC VALMADRERA: Bussola 9, Capiaghi 13, Scudiero 3, Scibelli 9, Zucchi 3, Giunzioni 4, Molteni ne, Piotrkiewicz 8, Vujovic 11, Corneo ne. All.: Gualtieri.

TEC-MAR CREMA: Conti 3, Biasini, Capoferri 5, Sforza 1, Caccialanza 6, Losi 12, Cerri 5, Gibertini 4, Rizzi 9, Picotti 4. All.: Giroldi.

ARBITRI: Isimbaldi e De Simone.

Colpo di coda della Sea Logistic che sovvertendo il pronostico, supera Crema quarta forza del campionato tenendo vive le speranze di salvezza diretta. Ad un giornata dal termine della stagione regolare di A2, Valmadrera si trova appaiata a Cagliari e Selargius a quota 16 e con questa classifica, la salvezza sarebbe realtà, ma tutto dipenderà dalle sfide di sabato prossimo tra Alghero – Selargius e Virtus Cagliari – Sea Logistic. In caso di vittorie di Alghero e Valmadrera, si potrebbe festeggiare la permanenza diretta senza passare dai temibili play-out. Ma tra il dire e il fare mancano ancora 40′ da giocare. La prima risposta alla voglia di salvezza è arrivata sabato contro Crema dove la squadra di Gualtieri si è superata giocando una buona pallacanestro, sia in fase offensiva, che in quella difensiva. Ancora priva di Molteni, bloccata dall’infortunio, la squadra di casa ha prima rincorso Crema sul 3-8, per rispondere con Capiaghi e Scibelli e allungare nel finale di frazione grazie a Piotrkiewicz. La rientrante Losi non ancora al meglio mette due triple, imitata da Picotti e Cerri che firmano il break di 11-0 che riporta le ospiti avanti per 18-21. La partita è avvincente ma la Sea Logistic fa capire di essere in serata, con il nuovo sorpasso e allungo siglato da Vujovic e dalla triple di una positiva Giunzioni e di Capiaghi per il 26-21. Il botta e risposta si chiude all’intervallo poi al rientro continua il susseguirsi di emozioni con la squadra di casa che nonostante gli errori ai liberi, continua a mantenere l’inerzia trascinata da Vujovic e Scibelli, che mettono la loro firma sul nuovo allungo alla fine del terzo periodo (44-37). La gara sembra in mano delle lecchesi che trovano in Bussola il faro contro la fastidiosa zone-press delle ospiti. Il divario tocca il +12 sul 51-39 con i canestri di Vujovic e viene conservato sino alla fine con Crema a cui manca la lucidità e la precisione per tentare la rimonta. Nel finale Capiaghi mette la sua firma con 7 punti nel quarto che le consentono di diventare la miglior marcatrice dell’incontro, ma sono piaciute anche Giunzioni, implacabile in difesa, Bussola, Scibelli e Vujovic che ha dato prova di avere un grande potenziale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here