A2Nord: Valmadrera sfata il tabù Selargius e si stacca dai bassi fondi della classifica

0

La Sea Logistic sfata il tabù Selargius e si regala una vittoria fondamentale per risalire la classifica e ottenere maggiore autostima. Nel giorno dell’esordio di Dunja Vujevic in campo per 12′, Valmadrera parte bene mostrando grande intensità, ma non concretizza la sua superiorità e tiene in partita un Selargius che con il passare dei minuti diventa pericoloso trascinato da una irrefrenabile Lussu che con le sue folate diventa immarcabile per la difesa lecchese. La partita poi si trascina sull’equilibrio sino alla fine dove la Sea Logistic fa valere il suo maggiore tasso tecnico grazie ad una ritrovata Piotrkiewicz (20 punti, 18 rimbalzi e 36 di valutazione), che gli permette di chiudere la partita. Peccato per non aver ribaltato la differenza canestri rispetto all’andata, ma quello che conta è aver incamerato due punti che erano troppo importanti.

La cronaca: Buon approccio al match di Bussola e compagne che mettono intensità da ogni parte del campo ma non concretizzano a canestro. Dal 10-2 del 5′ con due triple di Molteni, Selargius rialza la testa spinto dalla bulgara Yordanova che infila 2 triple e rientra in partita (16-12). Dopo 8′ arriva l’ingresso di Vujevic che da subito vivacità all’attacco ma è poco precisa dalla lunetta con uno 0/4. Nel secondo periodo il match diventa bruttino con diversi errori da ambo le parti. Le sarde trovano il sorpasso con D’Arenzo al 15′ con il 20-22, poi si prosegue sull’equilibrio spezzato nel finale dal canestro sulla sirena di Giunzioni che manda le squadre al riposo lungo sul 34-30. Nella seconda parte non cambia il copione con il match che non ha un vero padrone.

Episodio da segnale il doppio tecnico rifilato prima a Bussola e poi a Gualtieri per proteste che Selargius non sfrutta segnando solo un 2/4 dalla lunetta. Poi la svolta dal 35′ con le ospiti che perdono per falli in sequenza prima Yordanova, poi D’Arenzo e infine Di Gregorio. Qui sale in cattedra Piotrkiewicz che segna 10 punti nel quarto. Selargius sembra alzare bandiera bianca dopo che Vujovic realizza dalla lunetta a 1’30” il 65-58, ma subito dopo la tripla di Morselli fa tornare tutti con i piedi per terra (65-61). Il finale è caratterizzato da tanti errori da ambo le parti e purtroppo anche dall’infortunio di Molteni che si procura una brutta distorsione alla caviglia, che la terrà in forse per la trasferta di Muggia.

Il canestro finale di Lussu regala il -3 che non ribalta la differenza canestri rispetto all’andata, ma quello che conta è la vittoria, anche se resta la preoccupazione per l’infortunio rimediato dalla play della Sea Logistic come ricorda Tiziano Gualtieri: ”Peccato, ha giocato una buona partita e non ci voleva questa tegola. La squadra ha dimostrato di stare bene e con l’arrivo di Vujevic, abbiamo aumentato la qualità sul campo. Per essere ferma dal mese di Luglio, Dunja ha dimostrato di essere in buona forma”. In settimana verrà ufficializzato un nuovo acquisto che andrà a rinforzare ulteriormente l’organico in vista della delicata trasferta di sabato prossimo alle ore 20.30 a Muggia. Per l’occasione la società ha organizzato un pullman che partirà alle ore 10 dal parcheggio del palazzetto di via Leopardi.

Sea Logistic Valmadrera – San Salvatore Selargius 66-63 (parziali 16-12, 34-30, 47-45).

Sea Logistic Valmadrera: Bussola 11, Capiaghi 5, Scudiero 9, Zucchi 1, Giunzioni 6, Molteni 8, Turri ne, Piotrkiewicz 20, Vujovic 6, Corneo ne. All.: Gualtieri.

San Salvatore Selargius: Pibiri ne, Yordanova 14, Lussu 24, Perseu, Di Gregorio 8, Palmas, Tinti 7, D’Arenzo 6, Morselli 4, Maxia ne. All.: Staico.

Arbitri: Scarfò e Balzarini.

Note: Uscite per 5 falli: Yordanova, D’Arenzo e Di Gregorio. Tiri liberi: Sea Logistic 22/36, Selargius 9/17.