A2Sud, Lpa da applausi contro Viterbo: centrati i play-off

0

Missione compiuta per l’Lpa che conquista con due giornate di anticipo il traguardo dei play-off. La formazione del presidente Cirillo si è voluta regalare un traguardo prestigioso con un successo altrettanto scintillante. L’84-46 rifilato alla Defensor Viterbo, infatti, rappresenta il miglior risultato stagionale del gruppo di Agresti (84 punti realizzati, +38 di scarto e ben 139 di valutazione di squadra). E’ stata una vittoria corale. Cinque le protagoniste principali: Paparo alla sua miglior performance stagionale, Micovic ritornata sui propri standard, Dominguez solita aspira rimbalzi ma lucida anche in attacco, Narviciute al top per valutazione personale e elemento più in forma tra le ufitane, Grasso top scorer dell’incontro che ha vendicato l’espulsione dell’andata. Dalla panchina è arrivato anche l’apporto di Aversano, Ferazzoli, e soprattutto quello di Marciano, autrice di due triple, la prima delle quali sull’unico vantaggio esterno delle ospiti in avvio di secondo quarto.
LA GARA – In avvio si viaggia a strappi. In fuga sul 9-1 Ariano viene prontamente raggiunto. Viterbo s’illude con l’ingresso della ritrovata Lascala, che fa valere il suo tiro micidiale (17-20 del 13′). Marciano dà il via al più bel film del campionato arianese. Paparo e Grasso prima mettono la freccia all’intervallo lungo (32-27 al 20′), poi ci pensa il play napoletano, in vena da oltre l’arco, ad aprire una terza frazione da urlo: 25-5 il parziale devastante firmato da Paparo, Dominguez e Micovic (57-32 al 30′). L’Lpa non è sazia e nell’ultima frazione ne mette addirittura 27. Al banchetto partecipano anche Ferazzoli ed Aversano mentre Grasso completa la vendetta issandosi a top scorer dell’incontro.

LPA ARIANO IRPINO – DEFENSOR VITERBO: 84-46

Lpa Ariano Irpino: Paparo 15, Calandrelli, Marciano 6, Aversano 4, Ferazzoli 4, Maggi 2, Dominguez 9, Grasso 16, Micovic 15, Narviciute 13. Coach: Agresti.
Defensor Viterbo: Scoscia 6, Lascala 11, De Fraia, Romagnoli 2, Manzotti 9, Bernardini 7, Rejchova 7, Serafini 2, Ndiaye, Spirito 2. Coach: Scaramuccia.
Arbitri: Leggiero di Brindisi e Lucarella di Taranto
Parziali: (17-13); (32-27); (57-32)
Uscite per 5 falli: Manzotti