Coppa Italia A2 Femminile: le otto squadre ai raggi X

Coppa Italia A2 Femminile: le otto squadre ai raggi X

Otto squadre a caccia della Coppa Italia di A2: dal 22 al 24 marzo Campobasso è il centro del basket femminile, per stabilire chi vincerà la Coppa, andata a Crema la scorsa stagione.

di La Redazione

Otto squadre a caccia della Coppa Italia di A2: dal 22 al 24 marzo Campobasso è il centro del basket femminile, per stabilire chi vincerà la Coppa, andata a Crema la scorsa stagione.

L’edizione in programma al PalaVazzieri di Campobasso sarà la numero 22 della serie.

In 10 occasioni su 20 chi ha organizzato la fase finale ha poi alzato la Coppa Italia (’98 Varese, ’01 Rovereto, ’02 Napoli, ’06 Chieti, ’07 Marghera, ’09 Pontedera, ’12 Bologna, ’14 Napoli, ’16 Broni, ’17 Costamasnaga), mentre in altre 5 la squadra di casa è arrivata alla finale.

In testa alla classifica delle vittorie c’è Napoli che ha vinto la Coppa Italia per 3 volte (2 dalla società Napoli Basket Vomero e 1 dalla Dike), seguita da Rovereto, Pontedera e Bologna con 2 vittorie e da Varese (vittoriosa dell’edizione numero 1), Albino, Bolzano, Vicenza, Chieti, Marghera, Venezia, La Spezia, Geas, Broni, Costamasnaga  e Crema con 1 vittoria a testa.

Complessivamente nel week end “lungo” del 22-23-24 Marzo prossimo, a Campobasso saranno riunite per 3 giorni 8 squadre in rappresentanza di altrettante città e di 7 regioni italiane, oltre a più di 100 giocatrici, tra cui le campionesse del mondo 3×3 Giulia Ciavarella (Campobasso) e Giulia Rulli (Costa Masnaga), o ancora Simona Ballardini, 285 partite e oltre 3600 punti realizzati in A1, campione d’Italia con la maglia di Taranto e vincitrice di 2 Coppe Italia di A1 e 2 Coppe Ronchetti, e oltre 50 tra componenti i quadri tecnici e dirigenziali.

Tra le “magnifiche 8” Palermo è la città più popolosa con quasi 700.000 abitanti, mentre Costa Masnaga il centro più piccolo con i suoi 5000 abitanti o poco meno.

La Lombardia è l’unica regione con due rappresentanti, Costa Masnaga e Crema, peraltro vincitrici delle ultime due edizioni della Coppa Italia (sono andate a due squadre lombarde, Geas e Broni, anche le edizioni del 2015 e del 2016, a completare un poker regionale di vittorie consecutive).

Tutte le giornate avranno grande copertura mediatica, grazie alle dirette streaming nelle giornate di venerdì 23 e sabato 24 febbraio, trasmesse sul canale LBF TV, e alla diretta su Sportitalia (canale 225 piattaforma Sky, 60 del DDT e live streaming sul sito ufficiale) della finalissima di domenica 24 marzo (palla a due ore 19,00).

Ma visto che siamo nell’immediata vigilia della Final Eight, diamo un’occhiata alle società partecipanti partendo dalla formazione detentrice.

PARKING GRAF CREMA
Rispetto alla formazione che vinse quella Coppa ha cambiato abbastanza (out Benic, Mandelli e Togliani, dentro Melchiori, Grassia, Iuliano e Blazevic), ma la stagione delle lombarde guidate da coach Sguaizer è stata a lungo brillante con svariate parentesi al primo posto. Attualmente terze a -4 dalla vetta, le cremasche vengono da due vittorie molto convincenti contro Castelnuovo Scriva e San Martino di Lupari, e due sconfitte, contro Alpo nel big match di due settimane fa (ma soltanto per 58-55) e Varese, negli ultimi quattro turni. Il punto forte? Sicuramente non far fare canestro, dato che sono la seconda miglior difesa del torneo con appena 51.7 punti subiti a partita.
Quintetto tipo:Rizzi, Melchiori, Parmesani, Blazevic, Nori.
Miglior Realizzatrice: Alice Nori 12 punti di media
Miglior Rimbalzista: Alice Nori, 6.9 rimbalzi di media
Miglior Assistman: Francesca Melchiori, 2.8 assist di media

AKRONOS MONCALIERI
Unica neopromossa a partecipare alla Coppa Italia, Moncalieri ha lavorato benissimo in estate aggiungendo al suo nucleo le esperte Landi, Cordola e la straniera Grigoleit, una delle migliori del campionato. Le “lunette” arrivano alla Coppa Italia al quarto posto, dopo un duello costante con Castelnuovo Scrivia, e in ripresa: dopo una flessione coincisa con le sconfitte in volata contro Ponzano e Varese, sono arrivate due vittorie convincenti nel derby contro Castelnuovo e con Vicenza, concedendo pochissimo alle avversarie (47 e 41 punti). Terza miglior difesa del Girone Nord, grazie a un reparto lunghe di rilievo (da sottolineare il buon rendimento della ’98 Katshitshi in uscita dalla panchina) è la miglior squadra a rimbalzo del campionato, 42.4 a gara.
Quintetto tipo:Conte, Landi, Domizi, Cordola, Grigoleit
Miglior Realizzatrice: Stefanie Grigoleit, 12.4 punti di media
Miglior Rimbalzista: Stefanie Grigoleit, 9.5 rimbalzi di media
Miglior Assistman: Arianna Landi, 3.1 assist di media

INFINITYBIO FAENZA
Faenza ha cambiato tanto in estate, inserendo Meschi e Preskienyte (che tira uno stellare 68% dal campo), e durante il campionato, rimpiazzando Zanetti con Policari. Il nucleo, con Ballardini protagonista e Morsiani giocatrice solidissima, è rimasto lo stesso. Dopo un inizio sprint con belle vittorie nei secondi finali degli scontri diretti (Palermo e Bologna in particolare), le romagnole hanno passato un mese travagliato tra febbraio e marzo, perdendo quattro partite su cinque in coincidenza con l’infortunio della loro straniera e scivolando al quinto posto. Prima della Coppa per la squadra di coach Bassi però è arrivata una grande vittoria contro Campobasso, 69-59 al PalaBubani, con Policari tornata in grande spolvero e un’ottima prestazione corale. Miglior squadra dell’A2 per percentuale da due (49%), Faenza è anche la miglior formazione del Girone Sud a rimbalzo (39.6 a gara).
Quintetto tipo: Schwienbacher, Franceschelli, Ballardini, Morsiani, Preskienyte
Miglior Realizzatrice: Simona Ballardini, 12.6 punti di media
Miglior Rimbalzista: Ieva Preskienyte,8.6 rimbalzi di media
Miglior Assistman: Simona Ballardini, 3.3 assist di media

CREDIT AGRICOLE CARISPEZIA CESTISTICA SPEZZINA
Le liguri hanno rifondato la squadra attorno alle loro giovani e alle veterane Linguaglossa, Templari e Cadoni, mentre l’inserimento di Sarni e della straniera Packovski hanno dato tantissima qualità al roster, che oggi staziona al terzo posto in campionato, a pari merito con Bologna ma dietro per via dello scontro diretto. Le spezzine vengono da due vittorie abbastanza larghe, contro Orvieto e Selargius, e da un successo molto più sofferto in overtime a Civitanova Marche. Il punto forte della squadra è sicuramente la potenza da fuoco del quintetto a disposizione di coach Consolini, che garantisce l’83% dei punti della formazione bianconera, un sistema offensivo condotto in maniera eccellente da Packosvki che è la miglior realizzatrice e la miglior assistman della squadra, tredicesima e settima nelle classifiche di specialità; da non sottovalutare anche la costanza di Templari, in doppia cifra in 21 partite su 24 questo campionato.
Quintetto tipo: Packovski, Templari, Linguaglossa, Sarni, Cadoni.
Miglior Realizzatrice: Lana Packovski, 15.3 punti di media
Miglior Rimbalzista: Chiara Cadoni, 7.8 rimbalzi di media
Miglior Assistman: Lana Packovski, 4 assist di media

B&P AUTORICAMBI COSTA MASNAGA
In estate Costa Masnaga ha salutato quattro elementi (Del Pero, Meroni, Mahlknecht, Visconti) aggiungendone due (Picotti e l’ottima straniera Vente) e puntando sullo sviluppo di giovani come Spinelli o Balossi. Le guide tecniche rimangono sempre Baldelli e Rulli, asse play-lunga di sicuro affidamento ed esperienza. Costa arriva alla Coppa da seconda forza del campionato, avendo vinto ben sette delle ultime otto partite, con punto esclamativo importante domenica scorsa contro il Sanga, una delle formazioni più in forma del torneo. La forza della squadra di coach Pirola è una rotazione lunghissima e bilanciata, con ben nove giocatrici oltre i 15’ di media e la decima (Discacciati) che ne fa registrare 13’: tantissimi cambi, anche nel quintetto base, e protagoniste diverse ogni partita. Costante delle ultime stagioni, è la squadra che tira di più da tre in tutto il campionato con 23.5 tentativi a partita (28% di realizzazione) e la seconda miglior formazione a rimbalzo della competizione, 41.2 a gara.
Quintetto tipo: Baldelli, Balossi, Picotti, Rulli, Vente
Miglior Realizzatrice: Valentina Baldelli, 13.3 punti di media
Miglior Rimbalzista: Giulia Rulli, 7.1 rimbalzi di media.
Miglior Assistman: Valentina Baldelli, 4.5 assist di media

ANDROS BASKET PALERMO
Dopo aver costruito attorno a Miccio, Russo e al capitano Verona, Palermo in estate ha cambiato molto inserendo cinque nuove giocatrici (tra cui Cupido, Manzotti e Vandenberg, miglior rimbalzista del Girone Sud a 11.7 a match). Due delle novità, Cutrupi e Novati, si sono infortunate gravemente a inizio campionato, eventi che hanno destabilizzato a inizio stagione: la prima è stata fuori tre mesi per fratture multiple alla mano, la seconda è ancora alle prese con un crociato rotto a ottobre.Le sei giocatrici rimaste a disposizione di coach Coppa, più un manipolo di giovani, hanno però  dato vita a una striscia da 15 vittorie nelle ultime 16 partite, e le siciliane arrivano alla Coppa italia appaiate alla capolista Campobasso (ma seconde per scontro diretto). Seconda in campionato per percentuali da due e da tre (48% e 31%), Palermo è terza per punti fatti (69.2), prima per valutazione (76.9) e ha la miglior difesa del Girone Sud con 52.7 punti subiti a gara.
Quintetto tipo: Cupido, Russo, Miccio, Verona, Vandenberg
Miglior Realizzatrice: Liliana Miccio, 15.5 punti di media
Miglior Rimbalzista: Jacinta Catherine Vandenberg, 11.7 rimbalzi di media
Miglior Assistman: Rosa Cupido, 3.5 assist di media

ECODENT POINT ALPO
Alpo Basket ha aggiunto questa stagione a una formazione già competitiva giocatrici come la giovane Cecili, l’esterna Pertile e, in corsa, la guardia Galbiati dal Geas. La formazione di Villafranca di Verona è prima in classifica nel Girone Nord e ha vinto il maggior numero di partite in tutta l’A2 (21). Attualmente la squadra di coach Soave cavalca una striscia da dodici vittorie nelle ultime tredici compresa l’ultima a Carugate per 58-60, ottenuta senza Zannella, Dell’Olio e Galbiati (ma con una super prestazione di Scarsi, 21 punti). Le condizioni delle infortunate sono ovviamente la maggior preoccupazione in vista della Coppa, anche se va detto che, con giocatrici come Ramò e Zampieri a garantire tanta qualità, Alpo rimane formazione di grandissimo spessore. Quinta per maggior numero di recuperi (10.1 a gara, 3 di Vespignani, quarta nella specialità), la formazione veneta ha un eccellente gioco di squadra con ben quattro giocatrici del quintetto in doppia cifra per punti (Ramò, Pertile, Zampieri e Dell’Olio) e l’ultima, la play Vespignani, che è invece la leader indiscussa per valutazione, 14 di media.
Quintetto tipo: Vespignani, Ramò, Pertile, Zampieri, Dell’Olio
Miglior Realizzatrice: Arianna Zampieri, 11.4 punti di media
Miglior Rimbalzista: Marta Scarsi, 8.7 rimbalzi di media
Miglior Assistman: Sofia Vespignani, 3.6 assist di media

LA MOLISANA CAMPOBASSO
Anche le molisane hanno cambiato molto inserendo attorno al nucleo Ciavarella-Reani-Di Gregorio diverse novità (Porcu, Marangoni, Bove, Zelnyte): a febbraio, inoltre, al posto di Smorto è arrivata l’ex Napoli Mancinelli, per mantenere una solida rotazione a otto elementi. Proprio quest’ultima ha però saltato l’ultima partita giocata ed è in dubbio per la competizione. Dopo una partenza da 14 vittorie e una sconfitta nel girone d’andata, il team di coach Sabatelli ha perso gli scontri diretti con Faenza, Bologna e Palermo, venendo raggiunta in classifica dalle siciliane ma rimanendo prima per il +1 nello scontro diretto. Molisane 3-2 nelle ultime cinque partite, ma squadra temibilissima specie in casa dove ha perso solo due volte in stagione. Seconda nel tiro da tre punti (31%), con 16.6 assist Campobasso è la miglior formazione nel torneo (Porcu leader nella specialità, 6 a partita): la top scorer è l’ala Ciavarella, da segnalare il lavoro sottocanestro di Bove e l’eccezionale rendimento di Marangoni, che tira il 61% da due per 10.7 spesso in uscita dalla panchina.
Quintetto tipo: Porcu, Di Gregorio, Ciavarella, Bove, Zelnyte
Miglior Realizzatrice: Giulia Ciavarella, 12.1 punti di media
Miglior Rimbalzista: Laura Zelnyte, 7.3 rimbalzi di media
Miglior Assistman: Rachele Porcu, 6 assist di media

 

Area Comunicazione LBF

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy