[ESCLUSIVA] Marco Crespi: "Coppa Italia, tutte grandi partite. Nazionale? Continuiamo su questa strada"

0

ALESSANDRIA – A bordo campo in questi giornate di Coppa Italia, Marco Crespi osserva e annota i nomi di possibili giocatrici per la sua Nazionale. Le gare di A2 sono state molto intense e tirate per larghi tratti, le semifinali di A1 emozionanti: il CT della Nazionale femminile ha avuto modo di vedere all’opera alcune giocatrici già nel giro della sua Italia e altre che hanno le potenzialità per farne parte in futuro. Due giorni importanti per Crespi, in attesa delle finali di stasera: il CT ha parlato ai nostri microfoni relativamente a quanto ha visto nei primi due giorni di Coppa Italia.

Coach, come prima cosa le chiederei di fare un bilancio dei primi due giorni in attesa della A1 (intervista realizzata prima di Lucca-Venezia, ndr) a livello tecnico?

“Sono state partite di diversi tipi, tutte belle da vedere e con un punteggio molto ravvicinato, anche con ribaltamenti di punteggio. Ho visto il lavoro di tanti allenatori, ho visto tante giocatrici che possono essere ambiziose e pensare magari di andare a giocare ad un livello successivo e, dopo queste prime due giornate, sottolineo l’energia fisica, nervosa, tecnica con cui gioca Bologna”.

Bologna è una squadra che ha avuto a inizio anno alcuni problemi extracampo, sembra abbia una grande voglia di vincere.

“Penso che tutte le squadre abbiano voglia di vincere, ognuna di loro la manifesta a proprio modo con caratteristiche umane e tecniche. Non mi piace fare paragoni, ci tengo a dire questo punto, e lo preciso e sottolineo, che è stato bello vedere come gioca Bologna”.

In ottica Nazionale ha visto qualcosa di interessante?

“Mi sono segnato qualche nome, ovviamente non basta una singola partita, però qualche nome che si può osservare c’è”.

E’ possibile fare uno stage simile a quello della maschile, il “Progetto lunghi”, anche in campo femminile?

“Io penso che abbiamo fatto già un progetto di contagio azzurro e penso, anche se non posso ancora parlarne, che nelle prossime settimane usciremo con un progetto modellato per il basket femminile”.

A livello di Nazionale, le chiedo un bilancio dopo queste ultime partite in cui la squadra ha vinto e convinto. La linea è stata tracciata e il progetto continua su questa scia di risultati?

“Io penso che ci siano stati dei risultati positivi in dieci giorni di febbraio, non solo per i risultati, ma anche per l’atmosfera e anche per la qualità di come le ragazze hanno dimostrato a livello di partecipazione. Quindi continuiamo su questa strada”.

Un’ultima cosa: adesso inizia la A1, cosa si apetta di vedere da queste partite, visto che ci sono tante giocatrici nel giro della Nazionale (intervista realizzata prima di Lucca Venezia, ndr)?

“Ci sono tante giocatrici della Nazionale e posso dire che avrò piacere a guardare le loro partite”.