Euroleague Women – Una brutta Schio cade contro Girona

Prova opaca delle orange contro Girona, dopo una partita punto a punto Schio cede 85-81 e chiude la bolla spagnola con record negativo malgrado i 28 punti di Gruda

di Andrea Fabbian

Spar Girona-Famila Beretta Schio 85-81 (23-21, 23-18, 15-21, 24-21)

Spar Girona: Araujo*15, Vasic* 14, Reisingerova* 8, Ferrari* 6, Grey* 8, Eldebrink, Elonu 7, Labukiene 13, Oma 4, Palau 9, Soler,

Famila Beretta Schio: Gruda* 28, Sottana* 11, Mestdagh* 8, Achonwa* 15, Harmon* 13, André 2, Cinili, Crippa, Dotto 4, Keys, De Pretto, Trimboli

Brutta partita per Schio che cede con Girona. Malgrado la partita punto a punto le orange non riescono mai a trovare lucidità su entrambi i lati del campo e si arrendono alle spagnole. Malissimo al tiro, con il 44%, le campionesse d’Italia cadono dopo la vittoria contro Riga.

La partita parte in maniera più equilibrata rispetto al match di ieri con Riga. Le squadre si rispondono colpo su colpo ed è Sottana dall’arco a segnare il primo mini allungo con la tripla del 15-10. In casa Schio però è sempre Gruda a guidare la truppa, la francese arriva in doppia cifra dopo nemmeno sei minuti confermando la sua incisività. La partita scorre senza troppe interruzioni con Schio che trova spesso buoni tiri, senza però staccare Girona. La squadra spagnola si fa guidare  da Araujo (6) e prima impatta a 21, poi trova il vantaggio sulla sirena.

Il secondo quarto è spezzettato dai falli e ancora poco favorevole a Schio. Le orange concedono ben 3 rimbalzi offensivi in apertura e Labukiene ringrazia.  Il parziale poi si dilata con due canestri di Vasic, che costringono Vincent al timeout dopo due minuti. Schio continua a soffrire in difesa e a rimbalzo ma riesce a caricare di falli Girona, senza però riuscire ad approfittarne. Schio riprende faticosamente a segnare con Achowa ma una tripla di Araujo ricaccia indietro le ospiti. Il canestro della scledense sarà l’ultimo del quarto: negli ultimi 4 minuti Schio segna solo dalla lunetta (Mestdagh 6/7) e va al riposo sotto di 7, con un orribile 39% dal campo.

Schio ritrova fluidità ad inizio terzo quarto, grazie anche a due canestri di Achonwa. Si tratta però di iniziativa personali e non molto corali, a cui non è abbinata una rinnovata attenzione in difesa. Girona non si fa pregare e non abbassa il suo ritmo, anzi tocca il +10 grazie alla premiata ditta Palau-Araujo. Le spagnole però non sono esenti da errori e incasellano diverse palle perse che danno fiducia a Schio: oltre ad Achonwa si rimette in moto anche Gruda che con due canestri mette le compagne a un solo possesso di distanza sul 55-52.  Girona soffre l’estro della francese e si va all’ultimo riposo sul 61-60.

Girona barcolla ma a inizio ultimo quarto ritrova un piccolo margine con la tripla di Vasic e il canestro di Labukiene. Schio però non molla e grazie a 7 punti in fila di Harmon rimette la testa avanti sul 69-70, grazie a tre tiri liberi realizzati. Negli ultimi cinque minuti si gioca praticamente un mini supplementare e Girona sembra scappare via sul 76-71 di Labukiene. Schio però non molla e rimane a contatto grazie ai molti falli guadagnati da Gruda. In parità a quota 81 a 59 secondi dalla fine, a Schio manca la lucidità nel finale e si arrende 86-81.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy