EuroLeague Women – Virtus Bologna beffata nell’overtime, vince Polkowice

0

KGHM BC Polkowice vs Virtus Segafredo Bologna: 81-78

(1Q 24-22, 2Q 39-35, 3Q 53-49, 4Q 69-69)

KGHM BC Polkowice: Mavunga 3, Stankovic 9, Friskovec 14, Gajda 7, Gertchen 3, Sykes 16, Banaszak 2, Fraser 27, Piestrzynska, Kosla.

Virtus Segafredo Bologna: Del Pero, Pasa 9, Peters 11, Cox 12, Barberis, Dojkic 19, Andrè 9, Zandalasini 18, Orsili n.e., Consolini.

La Virtus Segafredo Bologna perde in casa del Polkowice 81-78, dopo un overtime. Il primo quarto è tutto all’insegna dell’equilibrio con un continuo botta e risposta tra le giocatrici: sono le ospiti ad aprire le marcature con Pasa, poi Stankovic segna e assiste per il sorpasso polacco; successivamente la Virtus Segafredo inizia a scaldare le mani anche da dietro l’arco con Cox (12 punti e 11 rimbalzi) e Dojkic (19 punti e 5 rimbalzi), ma Fraser (27 punti e 7 rimbalzi) e Gajda sono abili a tenere sempre salda la presa sulla partita (14-15). Proprio la numero 13 di Polkowice connette con la tripla del sorpasso, tuttavia è il tandem Peters-Cox a ristabilire le gerarchie; nel finale di quarto, è ancora Peters (11 punti e 5 rimbalzi) a spingere Bologna sul +3 che diventa vano nel momento in cui Friskovec (14 punti) e Mavunga confezionano il break che chiude 24-22 i primi dieci minuti. Nonostante l’impeto di Pasa riporti avanti le bianconere, Sykes (16 punti e 6 rimbalzi) prima e Banaszak poco dopo rispediscono al mittente le iniziative delle ragazze di coach Vincent; i successivi 4′ vedono le due compagini faticare nel trovare canestri dal campo, così Zandalasini (18 punti e 6 assist) si mette in proprio e pareggia la partita a tre minuti dall’intervallo (33-33). Gli sforzi della numero 24 bolognese non pagano fino alla fine, le padrone di casa ne approfittano sfruttando i molteplici tiri a cronometro fermo per riprendere la testa della corsa e con il layup di Fraser vanno negli spogliatoi avanti 39-35. Nella ripresa è ancora Polkowice a segnare trovando il massimo vantaggio della loro partita, il quale si fa più ampio pochi minuti più tardi grazie all’asse Friskovec-Gajda e al parziale di 8-2. La Virtus Segafredo risale la china per merito della coppia Cox-Zandalasini che risponde con un contro parziale di 0-8 (47-45); Sykes e Fraser rimettono a due i possessi di vantaggio per le polacche, Cox – in totale autonomia – riporta Bologna a -2, ma è ancora Sykes ad avere l’ultima parola per il 53-49 di fine terzo quarto. L’ultimo periodo si apre con il botta e risposta tra Gertchen e Zandalasini da dietro l’arco, gara a cui partecipa anche Fraser prima che Andre – con la stessa complicità di Zandalasini – riporti a -1 la distanza tra le due rivali. Fraser crea nuovamente grattacapi alla difesa bianconera, ma saranno gli ultimi per i successivi tre minuti: infatti, la Virtus Segafredo registra un parziale di 2-11 con le triple di Peters e con i colpi di Dojkic mettendo la freccia che vale il sorpasso (63-69); nel finale, il break di 6-0 operato dalle polacche porta la partita ai tempi supplementari sul punteggio di 69-69. L’inizio dell’overtime premia Bologna con il canestro di Andre, ma l’assolo di Fraser – valido per un parziale di 6-0 – smorza subito l’entusiasmo e riporta avanti Polkowice. Successivamente la solita coppia Zandalasini-Dojkic risponde alla perfezione al jumper di Stankovic per il -1 a 2′ dal termine; tuttavia, Sykes dà l’ultima sferzata alla gara e regala l’81-78 che vale il successo per la sua squadra.

AREA COMUNICAZIONE LBF