Il Punto sulla Serie B Femminile del 12 Aprile

0

CAMPANIA

Playoff

Si sono disputate le gare di andata e ritorno del primo turno e non è certo mancato l’equilibrio nel computo totale degli ottanta minuti giocati. La Molisana Campobasso si è aggiudicata la sfida interna contro Potenza (Cristina Loureiro Curras 28) per 84-66 con 26 punti di Emanuela Trozzola ma ha sofferto tantissimo nel secondo match cedendo di quattordici lunghezze (57-43) con 15 punti di Laura Del Sole e 37 della coppia Milica Micovic-Cristina Loureiro Curras per le lucane. L’altro incontro si è deciso dopo un tempo supplementare della partita di ritorno con la qualificazione ottenuta da Agropoli ai danni di Taranto (Natalia Smaliuk 22 e 25) grazie ad un canestro nei secondi finali di Giovanna Chiapperino che ha consentito alle sue di perdere di soli quattro punti dopo il successo per 64-58 nella gara di andata con 18 punti di Jessica Milani (22 per lei nella sfida di ritorno).

Si sono giocate le ultime due gare due dei quarti di finale del primo turno dei playout del girone della Campania e soltanto una serie va alla decisiva terza sfida con Stabia che pareggia i conti e batte, in un match molto equilibrato, Catillo Benevento (Bente Van Beers 15) con 23 punti di Fabiana Fedele e tre decisivi tiri liberi nel finale di Luisa Inverno. Molto combattuta anche l’altra partita con Casalnuovo che passa sul campo di Maddaloni (Alice Monda 14) con 16 punti di Federica Gesuele ed ottiene così la salvezza.

Semifinali:

Salerno-Agropoli

Ariano Irpino-La Molisana Campobasso

Playout

Si sono giocate anche le gare uno del primo turno dei playout con un unico successo in trasferta, quello di Catanzaro in volata ed in rimonta sul campo di Trani (Joana Belen Macello 19) con 21 punti di Luciana Riccotti. Molto combattuta anche la sfida tra Catillo Benevento e Stabia (Valentina Iozzino 20), conclusasi, dopo un tempo supplementare, con l’affermazione delle padrone di casa trascinate dai 38 punti, equamente distribuiti, della coppia Bente Van Beers-Andreana D’Avanzo. Molto più facili le vittorie di Angri contro la De.Gen.Co Benevento (Natalie Vigna 29) con 28 punti di Giovanna Martines e 19 di Francesca Tolardo e di Casalnuovo contro Maddaloni (Greta Monda 18) con 20 di Francesca Evangelista.

Trani-Catanzaro 0-1

Catillo Benevento-Stabia 1-0

Angri-De.Gen.Co Benevento 1-0

Casalnuovo-Maddaloni 1-0

EMILIA ROMAGNA 10^ GIORNATA (seconda fase)

Girone Verde

Piumazzo si aggiudica con autorità e pieno merito il big match contro Cavezzo (Marta Verona 20) con 25 punti di una strepitosa Elena Melloni e fa un passo molto importante verso la conquista di uno dei due posti che porta ai concentramenti nazionali per le promozioni in serie A2 restando dunque da sola in vetta alla classifica. In seconda posizione resta Puianello che fa il proprio dovere e vince facilmente sul campo di Forlì (Elisa Vespignani 15) con 24 punti di Isabella Olajide allungando in maniera importante nell’ultimo periodo. Brutta battuta d’arresto invece per Rimini (Giorgia Fera 14) che cade davanti al proprio pubblico contro una ottima Castel S. Pietro trascinata dai 18 punti di Jomanda Rosier. Infine, Faenza Basket Project travolge Valdarda (Arianna Meschi 18) con 14 punti di Candy Edokpaigbe e resta in corsa quantomeno per la terza posizione.

Classifica (le prime due ai concentramenti nazionali per le promozioni in serie A2, la terza va agli spareggi):

Piumazzo 16, Puianello 14, Rimini 12, Cavezzo 12, Castel S. Pietro 12, Faenza Basket Project 10, Forlì 2, Valdarda 2.

Girone Rosso

Quasi chiuso il discorso per le due retrocessioni con le sconfitte di Finale Emilia, in casa contro Cesena e di Castello d’Argile (Maddalena Pacini 10) che cade nettamente nel secondo tempo sul campo di una S.Lazzaro trascinata dai 14 punti di Alice Marchi. Fidenza si guadagna di fatto la salvezza con il successo in volata in rimonta sul campo di Parma (Nicole Petrilli 18) grazie ad un parziale di 0-6 nel finale ed ai 23 punti complessivi di Veronica Ghezzi. Infine, la Valtarese si conferma squadra dominatrice del girone e passa con autorità anche sul campo di Scandiano (Giulia Marino 24) con 24 punti di Valentina Bozzi.

Classifica (le ultime due retrocedono):

Valtarese 18, Scandiano 12*, S. Lazzaro 12, Fidenza 12, Cesena 12, Parma 8, Finale Emilia 2*, Castello d’Argile 2. * una partita in meno

LAZIO-UMBRIA

4^ GIORNATA (seconda fase)

Girone 1

Ipoteca sui due posti che portano alla final four per la Elite Roma, che batte nettamente Senigallia (Elisa Cecchini 16) con 38 punti della coppia Jazmine Carrasco-Karola Mascetti e per Perugia che passa con autorità sul campo di Esquilino (Valeria Giorgi 11) con 18 punti di Winner Bartholomew.

Classifica (le prime due alla final four regionale):

Elite Roma 12, Perugia 12, Frascati 8, Esquilino 0, Senigallia 0

Girone 2

Dopo tre quarti in grande equilibrio, con un parziale totale di 2-15 negli ultimi dieci minuti, S. Raffaele allunga e vince facilmente sul campo di Civitanova (Natalia Panufnik 16) con 16 punti di Federica Pompei e si porta da sola in vetta alla classifica mentre le marchigiane vengono raggiunte a quota 10 da Aprilia che passa in volata a Terni (Emma Fausti 17) con 22 punti di Giulia Prosperi.

Classifica (le prime due alla final four regionale):

S.Raffaele 12, Civitanova 10, Aprilia 10, Terni 2, Viterbo 0.

Playout

Grandissimo equilibrio in gara 1 del decisivo turno per decretare quale sarà la squadra a retrocedere con Castel Gandolfo che piega S.Marinella (Elisa Del Vecchio 19) con 20 punti di Monica Bonafede.

LOMBARDIA – 26^ giornata

Le prime tre della classe restano insieme in vetta alla classifica e sono certe, con quattro turni di anticipo, di andare a giocarsi le promozioni in serie A2 ai concentramenti nazionali resta solo da vedere in quale posizione vi arriveranno. Partiamo da Pontevico che travolge Sondrio (Anna Leoncelli 11) con 15 punti a testa di Giulia De Cristofaro e Samantha Pintossi. Tutto facile anche per Canegrate che allunga nel secondo tempo e supera nettamente Vittuone (Camilla Monforti Ferrario 8-Gloria Villa 8-Giulia Viganò 8 ) con 39 punti della coppia Martina Caimi-Alessia Corbetta. La vittoria più difficile, come da pronostico, l’ha ottenuta Albino, brava comunque a passare sul campo del Basket Milano (Alessia Viola 21 ) con 21 punti di Francesca Agazzi. Bresso fa un passo praticamente decisivo verso la salvezza diretta battendo in volata Usmate (Carlotta Zumaglini 14) con 13 punti di Elena Quaroni. Broni Academy (Giorgia Maniero 13) spreca una ghiotta occasione per avvicinarsi alla nona posizione cadendo sul campo di Valmadrera che si impone con 10 punti di Giulia Spreafico. Nelle altre tre gare, successo in trasferta sul parquet di Bollate (Alessandra Mariani 19) per il Milano Stars con 14 punti di Sofia Savini mentre vincono fra le mura amiche sia Varese contro Busto Arsizio (Veronica Tajè 21) con 19 punti di Martina Baiardo sia Brignano contro Robbiano (Giulia Marra 18) con 13 punti di Valentina Carmeli.

Classifica (le prime tre ai concentramenti nazionali per le promozioni in serie A2; le ultime tre retrocedono mentre dalla decima alla tredicesima vanno ai playout):

Pontevico 44, Canegrate 44, Albino 44, Varese 34, Milano Stars 32, Basket Milano 32, Busto Arsizio 28, Bresso 28, Usmate 26, Broni Academy 22, Vittuone 22, Brignano 22, Robbiano 18, Sondrio 8, Valmadrera 8, Bollate 4.

PIEMONTE – 22^ giornata

L’ultimo turno della stagione regolare non regala sorprese con la capolista Pegli che travolge Derthona (Francesca Bernetti 11) con 18 punti di Beatrice Paleari e chiude al primo posto con sei lunghezze di vantaggio su Cuneo che termina seconda grazie al successo a Vercelli (Sara Bouchefra 15) con 18 punti di Kenko Ngamene Takougang e 17 di Alona Samokhvalova e finisce davanti a Torino che passa comodamente sul campo di Biella (Giulia Ravinetto 30) con 55 punti della coppia Ludovica Sammartino-Cecilia Albano. Venaria batte Moncalieri (Carlotta Vairo 13-Teresa Ricci 13) con 12 punti di Maura Colucci ed è quinta mentre all’Area Pro non basta l’affermazione in casa di Novara (Marta Biondi 16) con 16 punti di Giorgia Ravinale per evitare i playout.

Classifica finale (le prime otto ai playoff, le ultime tre ai playout):

Pegli 40, Cuneo 34, Torino 34, Derthona 26, Venaria 24, Biella 14, Moncalieri 14, Pasta 12, Area Pro 12, Vercelli 6, Novara 4.

Quarti di finale playoff:

Pegli-Pasta

Derthona-Venaria

Cuneo-Moncalieri

Torino-Biella

SARDEGNA

Playoff (la vincente va agli spareggi per accedere ai concentramenti nazionali per le promozioni in serie A2)

L’unica serie arrivata a gara 3 dei quarti di finale era quella tra Alghero (Fabiana Galluccio 15) e S. Salvatore con le ospiti che sono riuscite nell’impresa di qualificarsi imponendosi in trasferta in volata con 19 punti di Elisa Lapa in una gara molto equilibrata dopo un inizio tutto favorevole alle padrone di casa che hanno toccato anche il +14.

Semifinali:

Virtus Cagliari-S.Salvatore

Cus Cagliari-Antonianum

Playout

Tiratissima la prima partita del gironcino finale per decidere la squadra a retrocedere con Quartu che si impone di tre lunghezze contro Monserrato (Francesca Garau 8-Joana Trudu 8-Alessandra Locci 8 ) con una strepitosa Cristina Astero che mette a segno ben 20 dei 47 punti totali della sua squadra.

Classifica playout:

Quartu 1v-0p, Nulvi 0v-0p, Monserrato 0v-1p.

SICILIA

Playoff (la vincente va agli spareggi per accedere ai concentramenti nazionali per le promozioni in serie A2)

Si chiudono in sole due gare le semifinali con la I Have a Team Ragusa che vince facilmente sul campo della Profumeria del Corso Palermo (Alessia Malara 15) con 13 punti di Claudia Chessari mentre Viagrande si impone comodamente sul parquet del S. Matteo Messina (Valeriia Kazantseva 15) con 17 punti di Martina Lombardo.

Finale

I Have A Team Ragusa-Viagrande

TOSCANA

Playoff (la vincente va ai concentramenti nazionali per le promozioni in serie A2)

Doppio comodo successo interno che conferma il pronostico nelle gare uno di semifinale. Il Jolly Acli Livorno allunga nell’ultimo periodo con un parziale di 20-8 e batte nettamente la Pallacanestro Firenze (Federica Madeddu 12) con 17 punti di Irene Sassetti mentre Ponte Buggianese, dopo due quarti e mezzo di grande equilibrio, prende in mano le redini della sfida e si impone alla fine comodamente su Lucca (Chiara Tessaro 16) con 39 punti della coppia Simona Giglio Tos-Matilde Pini.

Semifinali

Jolly Acli Livorno-Pallacanestro Firenze 1-0

Ponte Buggianese-Lucca 1-0

Playout

Gara uno dell’ultimo turno per decidere la squadra a retrocedere regala un inaspettato successo al Baloncesto Firenze che, dopo aver a lungo sofferto nel primo tempo, nel secondo, con un parziale di 19-37, ribalta il match e passa sul campo di Pontedera (Aurora Benedetti 14) con 19 punti di Diletta Donadio. Nella gara due dell’ultimo turno playout del girone della Toscana, Pontedera pareggia i conti andando a vincere sul campo del Baloncesto Firenze (Sara Casini 18) con 13 punti di Aurora Benedetti e rinvia il verdetto alla decisiva terza sfida.

VENETO – 26^ giornata

Marghera passa senza nessun problema sul campo di Muggia (Giorgia Toscan 9-Michela Predonzani 9 ) con 12 punti a testa di Beatrice Tasca e Anna Merlini, si mantiene in vetta alla classifica ed approda matematicamente ai concentramenti nazionali per le promozioni in serie A2 così come la Melsped Padova che piega nel finale la Reyer Venezia B (Emma Zuccon 19) con 24 punti di Veronica Antonello. La Acciaierie Valbruna Bolzano travolge Conegliano (Serena Marton 11) con 45 punti del trio Savvina Karali-Parthena Chrysanthidou-Xhovana Cela e si porta a +4 sulle più dirette inseguitrici con la Ginnastica Triestina che tiene vive le speranze di terzo posto imponendosi sul campo di S.Martino (Gaia Reschigliani 14) con 23 punti di Irene Cigliani e 17 di Roberta Castelletto. Anche Pordenone tiene accesa una fiammella grazie alla affermazione netta contro la Despar Bolzano (Anna Bernardoni 19) con 26 punti, equamente distribuiti, della coppia Francisca Chukwu-Sofia Ceppellotti. Sarcedo si sbarazza comodamente del fanalino di coda Oma Trieste (Giorgia Iurkic 16) con 17 punti di Anna Gazzotto e punta alla salvezza diretta così come S.Marco che batte l’Umana Padova (Giulia Grimaldi 15) con 29 punti di Clara Chicchisiola. Chiudiamo con la nettissima affermazione interna di Cussignacco contro Casarsa (Susy Furlan 14) che vale per le padrone di casa, trascinate dai 21 punti di Valentina Braida, un mantenimento della categoria quasi certo.

Classifica (le prime due ai concentramenti nazionali per le promozioni in serie A2; la terza va agli spareggi; le ultime due retrocedono mentre dalla undicesima alla quattordicesima vanno ai playout):

Marghera 46, Melsped Padova 44, Acciaierie Valbruna Bolzano 36, Reyer Venezia B 32***, Ginnastica Triestina 32*, Umana Padova 30, Pordenone 30*, Cussignacco 30, Sarcedo 24, Casarsa 24, S. Marco 24, S. Martino 22, Despar Bolzano 14, Muggia 10, Conegliano 10, Oma Trieste 2. * una partita in meno