Inside the Bubble: le straniere della Techfind Serie A1 e della Serie A2 impegnate nelle qualificazioni a Eurobasket

Weekend ricco d’impegni per le tredici giocatrici della Techfind Serie A1 e della Serie A2 che hanno preso parte alle bolle per le qualificazioni ad Eurobasket Women 2021: vediamo come sono andate.

di La Redazione

Weekend ricco d’impegni per le tredici giocatrici della Techfind Serie A1 e della Serie A2 che hanno preso parte alle bolle per le qualificazioni ad Eurobasket Women 2021: vediamo come sono andate.

Convocata dalla Serbia per la bolla di Istanbul, la guardia dell’Umana Reyer Venezia Yvonne Anderson si è rivelata decisiva: nel match contro le padroni di casa della Turchia, vinto 76-83 dopo due overtime, ha contribuito con 25 punti frutto di un ottimo 11/17 dal campo con 5 rimbalzi e 6 assist. Nel 71-82 alla Lituania, 13 punti e 7 assist per la giocatrice naturalizzata serba, impegnata nel suo personalissimo derby veneziano.

Dall’altra parte, infatti, c’era la lunga Gintare Petronyte. La pivot dell’Umana Reyer Venezia ha realizzato 9 punti per la selezione lituana, con 4 rimbalzi e 2 stoppate che però non sono valse la vittoria. Nel Gruppo E ora la situazione è molto più definita, Serbia con un 4-0 nettamente prima, strada in salita per le lituane che si giocano il secondo posto con la Turchia con una sola vittoria in tre gare disputate: mancano a entrambe ovviamente gli impegni contro l’Albania, che con la Bielorussia è una delle due squadre che non ha potuto partecipare alle bolle per problematiche legate al COVID-19.

A Istanbul impegnata anche un’altra orogranata: per Temi Fagbenle e la Gran Bretagna una vittoria 77-49 contro la Polonia. Buona prestazione per la lunga dell’Umana Reyer Venezia, 8 punti ma anche una solida presenza sottocanestro con 9 rimbalzi. Nel Gruppo F le britanniche sono attualmente prime, ma sarà decisiva le sfida con la Bielorussia.

Molto positiva la bolla della Slovacchia che liquida l’Olanda 84-64 in uno scontro decisivo per il Gruppo H. Sabina Oroszova dell’Allianz Geas Sesto San Giovanni mette 18 punti con 8 rimbalzi e 5 assist, Ivana Jakubcova della Gesam Gas e Luce Lucca disputa 6′ catturando 3 rimbalzi. Giochi riaperti per la selezione slovacca, con due partite ancora da giocare contro Ungheria e di nuovo con l’Olanda.

In una Croazia con ben cinque giocatrici in organico che sono passate dal nostro campionato, Ana-Marija Begic e Nina Premasunac si confermano come pezzi importanti della selezione, vincente contro la Macedonia (80-62) ma sconfitta dalla Lettonia (69-83), ko indolore al momento perchè rimane il primo posto nel Gruppo I. La lunga della Virtus Segafredo Bologna ha messo insieme 21 punti e 6 rimbalzi contro le macedoni, oltre a una doppia doppia da 12 punti e 11 rimbalzi nella sconfitta per mano delle lettoni; per la lunga dell’Use Rosa Scotti Empoli, dopo 2 punti in 14′ all’esordio, buona ripresa con 7+7 nel secondo match della bolla di Riga.

Un solo minuto e dieci di utilizzo per Laura Meldere dell’Umana Reyer Venezia con la sua Lettonia. come già detto vittoria con la Croazia per le lettoni, sconfitta contro la Germania per 73-67 in cui però la lunga reyerina non entra in campo. La partita persa con le tedesche complica non poco il cammino delle lettoni, ora terze con un bilancio di 2-2.

Due partite per la giovane de La Molisana Magnolia Campobasso Matea Nikolikj: la bolla di Riga non ha sorriso alla sua Macedonia, sconfitta da Germania e Croazia. Per lei 2 punti in 14′ nella sfida persa 59-74 con le tedesche. La sua nazionale però è già matematicamente fuori dai giochi.

Una presenza per lunga della O.ME.P.S. BricUp Battipaglia Paulina Hersler, nella vittoria 90-51 per la selezione dell’ex ct Azzurro Marco Crespi: la lunga della squadra campana contribuisce con 4 punti, tutti dai liberi, in 14′ di gioco. E le svedesi rimangono imbattute nel Gruppo B strappando di fatto il ticket per EuroBasket Women 2021.

Bolla perfetta ad Heraklion per la Slovenia, vincente contro Islanda (58-94) e Grecia (70-77): la lunga della Delser Crich Udine Tina Cvijanovic gioca 6′ contro le padrone di casa, va meglio contro la selezione nordica con 14′ in cui realizza 3 punti e smazza 3 assist. La sua nazionale è ora 4-0 nel Gruppo A, indiscussa leader del Girone.

Gioia per la play del Techfind San Salvatore Selargius Giulia Simioni per la vittoria della sua Svizzera 60-63 contro l’Estonia: la regista giallonera parte in quintetto e disputa 20′ dando due assist. Il successo è sicuramente una buona reazione per le rossocrociate dopo l’esordio da incubo contro la fortissima Russia, 42-98: partita in cui però Simioni è una delle più brillanti, con 9 punti e 2 assist in 29′. Svizzere non ancora fuori dai giochi nel Gruppo C, 2-2 il bilancio per loro.

La guardia dell’Acciaierie Valbruna Bolzano Karin Kuijt gioca a sprazzi con l’Olanda nella bolla di casa ad Amsterdam: la “bolzanina” inizia male, con la sconfitta 84-64 per mano della Slovacchia (per lei 5 punti in 20′), ma si riscatta vincendo con l’Ungheria (63-68). Una sfida in cui dà 3 assist in 9′ e partecipa a fine gara alla virale #JerusalemaDanceChallenge con cui la sua nazionale chiude la sua bolla, in attesa dello scontro decisivo proprio con la Slovacchia a febbraio.

Area Comunicazione LBF

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy