Iran donne, una divisa speciale per tornare a giocare

Il Consiglio FIBA si esprimerà a riguardo verso fine aprile.

di La Redazione

Come riportato da Mirco Melloni su La Stampa, Masoud Soltanifar, Ministro iraniano dello Sport e della Gioventù, è convinto che nel Consiglio FIBA di fine aprile la Federazione cestistica internazionale approverà la divisa con velo proposta dalla Federazione nazionale del Paese che una volta era la Persia. Se la FIBA darà il via libera, l’Iran potrà partecipare a manifestazioni internazionali femminili dopo 3 anni di assenza.

Testa, braccia e gambe dovranno essere coperte, come obbliga la religione musulmana. Se l’Iran femminile tornasse a disputare gare internazionali, si riavvicinerebbero anche le due parti, FederBasket iraniana e giocatrici della nazionale, che si erano scontrate duramente in quanto le rappresentative di altri sport come volley e calcio, nel frattempo, hanno ottenuto buoni risultati.

Il campionato nazionale femminile si disputa senza hijab, il velo che coprirebbe testa e spalle, ma alle partite non c’è il pubblico. In ambito internazionale, essendoci per forza di cose gli spettatori, le ragazze della nazionale dovranno indossare la speciale divisa disegnata dal Ministero. Se sarà approvata dalla FIBA, l’Iran potrà entrare nel ranking di basket femminile, dove ora non è presente.

In quello maschile, l’Iran, tra le più forti nazionali del panorama cestistico asiatico, è al 25esimo posto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy