Julie Wojta vicina alla firma per Broni

0

Il clamoroso addio di coach Mirco Diamanti al Basket Le Mura Lucca apre anche il fronte delle giocatrici. Più di una protagonista dello scudetto si appresta a lasciare il club. Dopo la lunga americana Kayla Pedersen, tornata in Australia, anche l’altra americana Julie Wojta è in partenza e anzi avrebbe già raggiunto una intesa preliminare con Broni. I dettagli dell’operazione ancora non sono noti, ma con ogni probabilità la giocatrice protagonista del canestro a fil di sirena che in garatre di finale scudetto ha regalato l’overtime e poi il tricolore a Lucca, vestirà la casacca del team lombardo.

Wojta, 28 anni compiuti il 9 aprile,183 centimetri, è arrivata in Italia nell’estate del 2014, voluta da Diamanti per le sue doti tecniche e soprattutto caratteriali, che ha confermato fin dal primo momento. Nella prima amichevole di quella stagione, a Vigarano, si ruppe il crociato, ma a Lucca avevano già imparato ad apprezzarla. La società le propose subito il rinnovo del contratto e l’ala americana accettò una decurtazione del compenso per consentire al club di sostiuirla, vista la necessità dell’intervento chirurgico e della lunga riabilitazione. Dalla stagione successiva Wojta ha fatto vedere anche sul campo le sue doti di rubapalloni, di giocatrice indomabile, di grande applicazione e sacrificio sui due lati del campo. Fino a essere protagonista di quell’azione ricordata, che ha aperto a Lucca le porte dello scudetto.

Nell’ultima stagione ha disputato 31 partite, con 27,4 minuti e 8,2 punti di media. 42,9% da due; 43,8 da tre e 89% dalla lunetta, con 5,9 rimbalzi e 2 palle recuperate. Queste le sue cifre, ma in realtà il suo contributo in campo almeno con il Basket Le Mura non può essere spiegato solo con i numeri.