La Spezia straordinaria, per Empoli arriva una sconfitta pesante

La Spezia straordinaria, per Empoli arriva una sconfitta pesante

Netto successo delle liguri.

di La Redazione

Vittoria meritata per la Cestistica Spezzina, che al PalaMariotti sconfigge Empoli per 82-66. Meritata perché le bianconere sfoggiano una prestazione di assoluta qualità, soprattutto nel terzo quarto, dove brillano in attacco e in difesa: intensità, circolazione di palla e precisione al tiro fruttano un parziale di 28-15. La bella prova corale è confermata anche dalle 4 giocatrici in doppia cifra. Top scorer di giornata è Lana Packovski con 22 punti. Prossimo impegno a Moncalieri domenica pomeriggio.

L’inizio della Cestistica non è dei migliori, per usare un eufemismo: Empoli parte con l’acceleratore a tavoletta e si porta subito sul 2-10, raggiungendo il massimo vantaggio (+9, 4-13). La squadra toscana si mostra molto solida, con pressione aggressiva sin dalla palla a due. Da qui, però, Spezia entra in partita: le ragazze di coach Corsolini aumentano l’intensità, soprattutto in difesa, oltre a mettere su parquet un’ottima circolazione di palla. Sarni e Cadoni guidano il recupero, che arriva sul 15-15. A fine primo quarto il match è sul 16-17.

Il secondo periodo si mantiene sui binari dell’equilibrio per quasi tutti i 10 minuti. Il ritmo però rimane forsennato e la Cestistica riesce ad imprimere un’accelerata prima dell’intervallo, grazie ad un parziale di 11-1 griffato dalla premiata ditta Cadoni-Templari. Quello che emerge maggiormente di questa Cestistica è che la squadra riesce a mantenere lo stesso livello di qualità e di intensità anche con le giocatrici che entrano dalla panchina. A metà gara siamo sul 37-28.

Il terzo quarto è un monologo spezzino, un manifesto della difesa bianconera, che sbarra il canestro e le linee di passaggio alla formazione toscana, mentre sull’altro lato del campo le liguri producono azioni corali degne di nota: la somma di questi fattori risulta un parziale di 15-1 che le porta sul +25 (56-31). Il periodo si chiude sul 65-43.

Sul principio dell’ultima frazione Empoli rialza l’aggressività in difesa e corre in transizione: 0-7 toscano e USE che si riporta sul -15 (65-50). Da questo momento è un continuo botta e risposta tra le compagini, mentre la gara diventa spigolosa, con tanti falli commessi come conseguenza di un’innalzata fisicità. Packovski però è molto precisa dalla lunetta e respinge ogni nuovo tentativo di riavvicinamento delle ospiti. Alla sirena finale il tabellone segna 82-66 per le spezzine.

“Cerchiamo di lavorare per migliorarci – afferma la bianconera Silvia Sarni -, dobbiamo soprattutto trovare più fluidità in attacco e un maggior gioco di squadra in difesa, aiutandoci reciprocamente. In alcuni momenti ci riusciamo e in altri no, ma oggi mi sembra che abbiamo svolto molto bene il nostro lavoro, e siamo sicuramente soddisfatte di questo”.

SPEZIA 82-66 EMPOLI (16-17, 37-28, 65-43)

SPEZIA: Packovski 22, Sarni 19, Corradino 5, Cadoni 11, Templari 14, Mori 3, Linguaglossa 2, Tosi 2, Maiocchi, Morselli. ALL: Corsolini.
EMPOLI: Pochobradska 11, Narviciute 8, Hulland 21, Brunelli 12, Madonna, Chiabotto 4, Lucchesini 6, Rosellini 3, Calamai, Ruffini, Manetti 1. All. Cioni

Uff.Stampa Cestistica Spezzina

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy