L’Angolo del coach: il punto sulla diciassettesima giornata di A2 Girone Sud

Coach Fabio Pozzi analizza l’ultimo turno del girone Sud.

di La Redazione

ARTICOLO A CURA DI FABIO POZZI

Solo quattro partite disputate nel girone sud. L’unica gara che non ha un finale thriller è Faenza che vince contro Bolzano per 60 a 51. Le faentine, reduci dalla sconfitta in settimana contro San Giovanni Valdarno, giocano una partita solida ma mostrando ancora ampi margini di miglioramento per arrivare alla miglior condizione fisica e tecnica. Ottimo esordio in casa bolzanina per Garaffoni unica giocatrice in doppia cifra. Finisce la striscia di quindici vittorie consecutive per Brixia Brescia che cade per mano di una Nico Basket sempre più lanciata. Canestro decisivo di Frustaci autrice di 23 punti. Doppia doppia per Ramò con 12 punti ed 11 rimbalzi e fondamentale l’apporto uscendo dalla panchina di Botteghi con 17 punti. Momento di flessione per le ragazze di coach Zanardi, che devono ritrovare la miglior condizione di forma per poter sfruttare al meglio tra un mese la possibilità di giocare tra le mura amiche la Coppa Italia. Da segnalare la prestazione di Pintossi che nell’ultimo quarto dà la spinta alla sua squadra per la rimonta con 13 punti. Finale al cardiopalma anche sul campo di San Giovanni Valdarno dove è Patti a spuntarla. Decisiva la coppia Cupido- Verona autrici rispettivamente di 24 e 27 punti (per Verona 9/9 al tiro). Le ragazze di coach Buzzanca sono sempre più lanciate verso le parti alte della classifica. Miccio e compagne pagano invece la stanchezza dopo l’impresa infrasettimanale contro Faenza che ha dato l’accesso alla Coppa Italia nonostante le assenze di Bona e Trehub. 22 punti per De Pasquale e doppia doppia sfiorata per Olajide.

ANALISI DELLA PARTITA DELLA SETTIMANA: Civitanova Marche vince lo scontro diretto contro Firenze avvicinandosi così al nono posto in classifica. Partita che vede in casa marchigiana l’esordio dei due nuovi acquisti Dzinic- Zanetti con la lunga bosniaca che si rivelerà fondamentale con il canestro decisivo a 3 secondi dalla fine. Partono forte le toscane giocando in modo dinamico con M. Rossini subito protagonista, vincendo così il primo quarto 16 a 12. Nel secondo quarto le padrone di casa alzano l’intensità difensiva, Castellani riesce ad imporre maggior ritmo all’attacco ed in concomitanza con l’entrata in campo di Dzinic riescono a piazzare un parziale che le porta sul 23 a 17. Le ragazze di coach Corsini rispondono con un contro parziale, ma che non basta per contrastare l’inerzia di gioco preso dalle avversarie. Il primo tempo si chiude con i primi due punti del neo acquisto Zanetti. Al rientro dagli spogliatoi coach Dragonetto decide di schierare quattro piccole con Dzinic come punto di riferimento sotto canestro guadagnando in dinamismo e velocità di gioco. Di contro, le toscane riescono a sfruttare il maggior peso sotto canestro con Poggio a creare problemi alla difesa delle padrone di casa. Con un mini break riescono a portarsi sul 34 a 35 ma con un contro parziale di 8 a 1 Paoletti e compagne sfruttando l’efficacia del pick and roll laterale riescono a finire il quarto in vantaggio 44 a 39. L’ultimo quarto vede grande incertezza tra le due squadre con Calamai sul fronte Firenze a prendere per mano le compagne con una oculata gestione del ritmo. Il tentativo di fuga delle toscane viene respinto dalle padrone di casa giungendo cosi agli ultimi novanta secondi di gioco sul punteggio di parità 60 a 60. Coach Corsini decide di far sedere Calamai nell’ultimo minuto gioco ma la sua scelta non porta i frutti sperati. A decidere l’incontro è così Dzinic che a 3 secondi dalla fine rolla al ferro, segnando il canestro decisivo in terzo tempo con la mano sinistra. Sulla rimessa in uscita dal time out le ospiti commettono infrazione di cinque secondi consegnando la vittoria a Civitanova Marche. Delusione per la Palagiaccio Firenze, nonostante avesse alcune giocatrici reduci da infortuni si è ben comportata su un campo difficile come Civitanova. La sconfitta potrebbe rivelarsi decisiva per la conquista del nono posto. Sicuramente è stata poco servita vicino a canestro Pochobradska autrice di soli quattro tiri e solo due falli subiti anche in virtù del vantaggio fisico a sua disposizione soprattutto nel momento in cui Dzinic non era presente sul parquet. A tratti l’attacco a metà campo si è rivelato un po’ troppo statico con tanti palleggi che hanno portato a concludere le azioni al limite dei 24 secondi con tiri forzati. Nell’ultimo quarto la gestione oculata di Calamai ha permesso all’attacco fiorentino di muovere più velocemente la palla. Buona come è sempre solita essere la prestazione di M. Rossini autrice di 18 punti e tante iniziative pericolose. Si gode la vittoria coach Dragonetto che, dopo una settimana di sosta, vede le proprie ragazze ripartire da una buona prestazione ed è consapevole della crescita che sta avendo il gruppo. Sempre molto pericolose in contropiede, l’aggiunta di due elementi come Dzinic e Zanetti danno maggiori soluzioni nel gioco a metà campo. La lunga bosniaca, desiderosa di riscattarsi dopo una prima parte di stagione deludente trascorsa ad Alpo, oltre a realizzare il canestro decisivo ha lottato sotto le plance conquistando 11 rimbalzi contro una difficile avversaria come Pochobradska, ed è stato un punto di riferimento in post basso. Zanetti, nel momento in cui recupererà la miglior condizione dopo il lungo stop, saprà sicuramente dare quell’inventiva che forse mancava al roster marchigiano. Ancora una volta decisiva è stata Rosellini con la tripla del pareggio sul 60 pari, e bene si è anche comportata Castellani autrice di ottime iniziative personali concluse con pregevoli assists per le compagne (4 assists alla fine per lei). La chiave della vittoria è stato però il predominio a rimbalzo, 47 a 28, che ha reso meno decisive le tante palle perse avute in attacco (24 palle perse). Per Bocola 11 rimbalzi in 19 minuti di gioco.

MVP DELLA PARTITA: DZINIC vince il confronto con Pochobradska e fa vedere subito tutta la sua voglia di riscatto. Lottatrice

QUINTETTO DELLA SETTIMANA:
Cupido (24pt, 4/5 3pt)
De Pasquale (22pt, 4/7 3pt)
Frustaci (23pt, 4/5 3pt)
Verona (27pt, 9/9 2pt)
Turmel (15pt, 11rb)
Coach: Andreoli

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy