L’Angolo del coach: il punto sulla diciottesima giornata di A2 Girone Nord

Coach Fabio Pozzi analizza l’ultimo turno del girone Nord.

di La Redazione

ARTICOLO A CURA DI FABIO POZZI

Quinto turno di ritorno del girone Nord che vede come partita di cartello il big match tra Castelnuovo Scrivia e Udine. Le ragazze di coach Matassini espugnano l”Uccio Camagna” di Tortona con una prestazione solida a fronte soprattutto dell’assenza dell’ultimo minuto del suo leader tecnico Peresson per un problema muscolare. Le giovani Blasigh e Turel (al rientro dal Covid) rispondono nei migliori dei modi con rispettivamente 17 e 13 punti, ben supportate offensivamente da Cvijanovic autrice di 19 punti, dimostratasi spesso un rebus di difficile soluzione per la difesa piemontese. Coach Zara deve sempre fare a meno di Gatti sotto canestro e la sua assenza pesa molto anche nella lotta a rimbalzi persa 32 a 45. Con alcune giocatrici non in perfetta forma per alcuni acciacchi muscolari, è D’Angelo a trascinare le padrone di casa soprattutto nel primo tempo (18 punti alla fine per lei), ma alla lunga le poche rotazioni si fanno sentire oltre all’uscita per falli di Madonna. Da Pozzo e compagne rimangono così in cima alla classifica in coabitazione di Crema che espugna il campo di un Albino che, privo sotto i tabelloni di De Gianni, vede l’ottima prestazione di Carrara autrice di 24 punti. Per coach Stibiel la solita coppia Melchiori- Nori a farla da padrona ben supportata da Pappalardo. Si avvicina alla quarta posizione in classifica il duo Sanga- Alpo. Le milanesi conquistano la loro quarta vittoria consecutiva non senza sofferenze contro una coriacea San Martino che, nonostante non abbia nessuna sua giocatrice in doppia cifra, mette in mostra ancora una volta la sua crescita del gruppo. Per coach Pinotti rotazione a sei giocatrici, con i rimbalzi offensivi a fare la differenza. Alpo invece, esce indenne dall’insidiosa trasferta di Ponzano dopo un pessimo primo quarto. E’ Vitari dalla panchina a dare la scossa (12 punti in 13 minuti per lei) alle compagne che chiudono la gara con il solito ultimo quarto da urlo. Preoccupazione in casa Ponzano per il periodo di crisi e dove la sola Iannucci con 23 punti raggiunge la doppia cifra. La prossima gara contro Carugate sarà la partita spartiacque per poter continuare a lottare per un posto playoff. Ottava posizione che attualmente è occupata da Sarcedo (il cui incontro contro Bolzano ne parleremo in seguito) e Mantova alla quarta sconfitta consecutiva dopo la trasferta in casa di Carugate. Le ragazze di coach Borghi sospinte dalla coppia Marchi- Llorente (autrice di una clamorosa tripla doppia con ben 22 rimbalzi a referto!) perdono contatto nell’ultimo quarto punite da tre triple della sempre più decisiva Discacciati e non riescono a sfruttare i ben 29 tiri liberi tirati finendo con solo il 41%. In rampa di lancio invece la formazione di coach Cesari alla seconda vittoria nelle ultime tre gare disputate trascinate dal 27 di valutazione di Colognesi e dagli 8 assists di capitan Diotti.

ANALISI DELLA PARTITA DELLA SETTIMANA: partita con finale dai deboli di cuori quella che si svolge sul campo di Sarcedo dove a spuntarla è Bolzano grazie ad un gioco da 4 punti di Sofy Fall che a 1 secondo dalla fine piazza in modo disperato una tripla con fallo. Sarebbe potuta essere la terza vittoria consecutiva per le ragazze di coach Zimerle che si sarebbero lanciate in un ottavo posto in classifica in solitaria. Ancora prive di Santarelli e Pieropan, le venete riabbracciano Colombo, che ritorna in campo dopo qualche mese di stop personale. Di contro, Bolzano, che deve fare ancora a meno di Servillo, torna a giocare dopo due settimane di stop forzato e sarà evidente nel corso dei quaranta minuti la non perfetta condizione atletica in generale della squadra. Partono forte le ragazze di coach Sacchi portandosi sul 11 a 4 nonostante alcuni sanguinosi errori vicino a canestro. Sarcedo sembra essere invece senza ritmo, lenta in attacco e troppo remissiva in difesa lasciando libertà alle iniziative avversarie. L’inizio del secondo quarto è invece tutto a marchio veneto, quando le padrone di casa piazzano un parziale di 10 a 0 che capovolge l’inerzia momentanea della gara. Fall prova a rispondere con alcune sue classiche zingarate offensive. Il quarto si chiude con Alves protagonista di sette punti consecutivi che portano le bolzanine in vantaggio 29 a 28 all’intervallo. Al rientro dagli spogliatoi coach Sacchi schiera la sua classica 2-3 che mette in difficoltà l’attacco di casa, e con Calcaterra a prendere la scena nella metà campo offensiva, Bolzano allunga sul 45 a 36 anche se perde per il resto dell’incontro Nasraoui per una distorsione alla caviglia. Viviani e compagne però si svegliano dal torpore e con quattro triple consecutive riportano il punteggio in parità sul 48 a 48. Il break continua anche ad inizio di ultimo quarto, raggiungendo il 18 a 3 di parziale sfruttando le tante palle perse ospite. Questa volta è Cremona con un 4 a 0 personale a dare la carica alle bolzanine. Si giunge così all’ultimo minuto in parità, con la partita che sembra prendere la svolta definitiva a 13 secondi dalla fine quando Alves fa fallo sul tiro da tre punti di Colombo. La vicentina si presenta ai liberi con uno 0/6 dalla lunetta, ma la mano non trema e realizzandone due su tre porta avanti le sue compagne. Con ancora un fallo da spendere, Sarcedo decide di difendere e quando sembra che le ospiti non abbiano più la possibilità ed il tempo per tirare Fall fa uscire dal cilindro il gioco da 4 punti decisivo.  È stata una partita a strappi, dove il parziale prolungato fatto a cavallo tra il terzo e quarto quarto da parte delle padrone di casa sembrava aver ampiamente indirizzato l’esito della gara, soprattutto per il linguaggio del corpo mostrato da parte delle bolzanine. Sicuramente a corto di condizione dopo l’ennesimo stop della stagione, Mingardo e compagne hanno mostrato poca aggressività in difesa e tanta difficoltà in fase offensiva. La difesa molto flottata delle ragazze di Zimerle ha trovato giovamento dal poco dinamismo dell’attacco ospite che tante volte ha giocato pick and roll con tre giocatrici statiche fuori dall’arco non fornendo linee di passaggio. Tanti sono stati i rimbalzi d’attacco catturati dalle padrone di casa con la giovane Merlini a quota 8, segno del maggior dinamismo. Ottimo l’esordio di Colombo che oltre ai 19 punti ha recuperato anche 4 palloni merito della sua aggressività difensiva. Per coach Zimerle, in attesa dei rientri di Santarelli e Pieropan, sarà un grandissimo aiuto per lo sprint finale in cerca dell’ultimo posto playoff a disposizione. Coach Sacchi invece, sarà sicuramente consapevole della preziosa vittoria ottenuta per come si era messa l’inerzia della partita. Due punti che permettono di rimanere a quattro punti dall’ottava posizione ma con ancora due partite da recuperare.

MVP DELLA PARTITA: FALL il gioco da quattro punti potrebbe valere mezza stagione per Bolzano. Pazzesca.

QUINTETTO DELLA SETTIMANA:

Blasigh (17pt, 5/8 2pt)

Iannucci (23pt, 10/15 2pt)

Fall (20pt, 9rb)

Carrara (24pt, 9rb)

Llorente (19pt, 22rb, 10fs)

Coach: Matassini

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy