L’Angolo del coach: il punto sulla prima giornata di A2 Girone Sud

Coach Fabio Pozzi analizza il primo turno di A2 girone Sud.

di La Redazione

ARTICOLO A CURA DI FABIO POZZI

Il girone sud si apre con due risultati a sorpresa, la vittoria in casa di Bolzano contro Nico (della quale parleremo in seguito) e del colpo esterno di Selargius a casa di San Giovanni Valdarno con il buzzer beater della 17enne Pandori. Protagonista assoluta dell’incontro EL Habbab con 28 punti e 12 su 19 da 2, che fa il vuoto sotto canestro dove San Giovanni soffre con Trehub in campo solo 14 minuti, e deve ancora trovare equilibri dopo la forzata sostituzione dell’infortunata Cecili con una Togliani appena arrivata . Il derby di Cagliari va al Cus che riesce ad avere la meglio della giovane Virtus nonostante abbia tenuto a riposo Striulli. Nel derby toscano Firenze porta a casa la partita nel secondo tempo grazie ad un’ottima Pochobraska da 18+12 e 24 di valutazione , contro una coriacea Livorno della sua nuova condottiera Degiovanni che si presenta nel migliore dei modi nella sua nuova esperienza. In Umbertide- Brixia la coppia Pompei- Giudice, la prima con un perfetto 14 su 14 dalla lunetta e la seconda con un immacolato 6 su 6 da 2 punti, conduce alla vittoria contro l’esordiente Brescia della tanto attesa 2005 Zanardi che ben figura alla prima in a2. Faenza liquida la pratica Civitanova già nel primo quarto con un parziale da 32-11, mentre La Spezia nel big match di giornata espugna il campo di Patti grazie ad un ottimo secondo quarto che permette alle bianconere di andare all’intervallo con un piccolo margine di vantaggio mantenuto poi fino alla fine dell’incontro. Il parziale vede protagonista Templari con canestri dalla lunga distanza e in contropiede, e coincide con l’utilizzo della zona 3/2 da parte di coach Corsolini e del quintetto con Linguaglossa utilizzata da 4. Patti, partita con grande energia trascinata da Galbiati – Verona ( che all’inizio della gara crea non pochi problemi alle lunghe avversarie con il suo tiro da fuori e il suo dinamismo) ,nel secondo tempo non riesce più a ricucire lo strappo dato dalla formazione ligure .

ANALISI DELLA PARTITA DI GIORNATA: avremmo voluto analizzare il big match tra Patti- La Spezia ma purtroppo le immagini caricate non permettono di raccontare il secondo tempo della gara e cosi parliamo della sorpresa di giornata, ovvero la vittoria casalinga di Bolzano contro la quotata Nico Basket. Partita dai ritmi elevati in cui si è vista un’alternanza di difese a uomo e zona, zone press e due grandi parziali, tutti nel secondo tempo, uno a favore della squadra toscana e e l’altro nel finale da parte delle bolzanine. Nico Basket mette in mostra un basket molto energico, frizzante, cercando di correre sin dalla rimessa, tirare nei primi secondi dell’azione , senza paura di provare tante soluzioni dalla lunga distanza con le sue bocche da fuoco Ramò e Botteghi, e utilizzando una zone press che alterna in modo più o meno aggressivo in base ai momenti della partita . Bolzano sembra essere molto dipendente dal sua stella Kujit, decisiva nei momenti finali della partita, ma che anche è ben supportata da un cast di giocatrici che garantiscono pericolosità al tiro, Chiabotto, presenza in post basso, Villarini- Fabbricini, e grande energia , Bonvecchio- Assentato- Hafner. Se in attacco è solita utilizzare situazioni di doppi stagger e pick and roll con la coppia Kujit – Chiabotto, in difesa a coach Pezzi piace spesso rimescolare un po’ le carte con zone di difficile interpretazione . Alla fine la porta a casa le Acciaierie Valbruna grazie alla sua leader Kujit ,che sale in cattedra offensivamente mettendo in mostra movimenti di grande talento, e al maggior utilizzo del post basso con i propri lunghi. Nico commette fallo con Frustaci che difende con troppa veemenza sul pick and roll dell’olandese , e non riesce a segnare da 3 pt l’ultimo tiro con Zelnyte ben costruito dopo l’ennesima ottima giocata da parte di Ramò. E’ d’obbligo finire nell’elogiare la straordinaria prova proprio di Ramò , che partita un po’ in sordina, è autrice di un clamoroso 3’ quarto , dove fa vedere tutto il suo repertorio fatto di penetrazioni al ferro, passo e tiro, tiro da 3pt e altruismo quando chiusa dalla difesa. Resta l’amaro in bocca per la squadra pistoiese che ha visto sfumare la vittoria solo nel finale , ma nonostante i due punti persi la squadra di coach Andreoli ha messo in mostra un ottima idea di pallacanestro che sicuramente farà divertire i propri tifosi.

QUINTETTO DELLA SETTIMANA:
Pompei ( 23pt, 14/14 tiri liberi)
Templari ( 24 pt, 3/5 da 3pt)
Ramò ( 26 pt, 33 di valutazione)
El Habbab ( 28 pt, 12/19 da 2 pt)
Pochobradska ( 18 pt, 12 rimb)

Coach: Pezzi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy