L’Angolo del coach: il punto sulla quarta giornata di A2 Girone Sud

L’analisi del quarto turno di A2 Girone Sud.

di La Redazione

ARTICOLO A CURA DI FABIO POZZI

Girone sud che dopo la quarta giornata vede in testa la coppia formata da Faenza e Firenze. La prima espugna in campo di Nico trascinata da una strepitosa Brunelli con 22 punti e 5/9 da tre punti, creando il break decisivo a fine primo tempo. A nulla sono valsi i tentativi di coach Andreoli di mischiare le carte, troppo solida Faenza con dieci giocatrici a segno. Firenze ha la meglio su Umbertide (25 pt di Giudice) con i 22 pt di Cabrini al suo esordio e di M. Rossini sempre più una certezza per coach Corsini. Il prossimo turno cercherà di mantenere la vetta sul difficile campo di una Brixia che sbloccatasi domenica scorsa contro Selargius, si è imposta con autorità a Civitanova con ancora 23 punti e 9 rimbalzi di Zanardi. Nell’altro big match di giornata San Giovanni Valdarno espugna La Spezia, dando segni di grande solidità dopo aver battuto la scorsa settimana Nico Basket. Bolzano fa valere il fattore campo contro Patti trascinata dalla coppia Kujit- Assentato ben supportata da Bonvecchio miglior rimbalzista della partita con 12 rimbalzi. Nel derby sardo di giornata, la Virtus perde l’occasione di conquistare la prima vittoria stagionale facendosela sfuggire solo a 13 secondi dalla fine punita da un tiro libero di Manzotti. Troppi i 13 rimbalzi offensivi concessi a Selargius in un match punto a punto. Anche la cugina Cus Cagliari sul campo di Livorno si lascia prendere 14 rimbalzi nella propria metà campo e permette a Livorno di conquistare i primi due punti stagionali trascinata da capitan Orsini con 14 punti e 9 rimbalzi.

ANALISI DELLA PARTITA DI GIORNATA: San Giovanni Valdarno espugna il PalaMariotti e fa suo il big match di giornata. A decidere la sfida ci pensa Miccio con 8 punti negli ultimi due minuti, due triple, una in transizione ed una a 12 secondi dalla fine, oltre al 2/2 ai liberi della staffa. Partita che vede La Spezia padrona nel primo tempo, ma che ha il suo momento clou nel terzo quarto quando le toscane effettuano un parziale di 9 a 0 trascinate da 7 punti di Bona, e da lì in poi un continuo punto a punto, deciso solo nel finale dalle giocate di Miccio. Proprio nei 3 minuti conclusivi la partita si accende offensivamente in entrambi i lati del campo dando vita ad un finale scoppiettante. Coach Franchini ha il merito di mettere in difficoltà nel secondo tempo la formazione ligure con un quintetto piccolo, alternando Bona e Trehub nello spot di cinque, aprendo il campo e cercando di punire cosi il miss match favorevole con la lunga avversaria attaccandola in 1vs1 dal palleggio. I problemi di falli di Sarni, generati dalle iniziative in palleggio di Bona ne sono la testimonianza. Altra mossa che risulterà determinante nel corso dei quaranta minuti sarà la marcatura di Nativi su Packovki. Oltre a far stancare la play croata pressandola tutto campo, la statura di Nativi ne ha limitato il tiro da fuori e ha permesso alle ospiti di non soffrire particolarmente in post basso nei cambi difensivi sui pick and roll. Sul fronte delle padrone di casa coach Corsolini ha troppo poco offensivamente da Sarni (1/11 da 2 punti), che non ancora al meglio della condizione, nonostante i 9 falli subiti non riesce a punire la difesa avversaria come è solita fare in post basso, limitandosi il più delle volte a tiri in allontanamento che non vanno a segno. L’impressione è che la formazione ligure paghi troppo la differenza di qualità tra lo starting five e la panchina, e nei quaranta minuti le giocatrici chiave arrivino un po’ sulle gambe nei momenti decisivi. La stessa Hernandez, come già le era capitato contro Umbertide, dopo primi tempi importanti tende a spegnersi alla lunga distanza. Templari e compagne hanno dimostrato in queste partite di essere mortifere in contropiede sia al ferro che dalla lunga distanza, e se riusciranno a mantenere alta l’intensità per tutti i quaranta minuti grazie anche alla crescita della panchina riusciranno a fare un ulteriore salto di qualità.

QUINTETTO DELLA SETTIMANA:
M. Rossini ( 22pt, 4/8 da 3 pt)
Giudice ( 25pt, 7 f subiti)
Brunelli (22pt, 4/9 da 3 pt)
Zanardi (23pt, 6/8 da 3 pt, 9 rimb)
Brunetti (16 pt, 8/13 da 2 pt)

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy