MIA CUP F8 QF – L’upset è servito, Ferrara elimina Sesto San Giovanni

0

Geas Sesto San Giovanni – M-Tech Ferrara 56-59 (16-13; 21-30; 40-46)

Il primo colpo di scena delle Final Eight lo regala Ferrara, che regola Sesto San Giovanni 56-59 con una prestazione di squadra, tanta precisione da tre e un’eccellente preparazione difensiva. Le emiliane tirano 11/22 da dietro l’arco, in difesa limitano l’asse Galbiati-Ercoli ingabbiando Sesto San Giovanni con continui cambi difensivi. Il Geas rimane in partita con una sontuosa Arturi, sette triple a segno e ruolo da protagonista nella rimonta da -9, ma nel finale ha la meglio la formazione di Chimenti. Sugli scudi Cupido, 18 punti, 5 rimbalzi e 5 assist; in doppia cifra anche Miccio (14) e Ramò (12)

Sesto San Giovanni: Arturi – Galbiati – Schieppati – Barberis – Ercoli.

Ferrara: Ramò – Cupido – Miccio – Furlani – Diene.

Inizio equilibrato con ritmi vorticosi, Parte bene Cupido che con la tripla porta Ferrara sul 7-4: il tiro dalla distanza è un fattore per Ferrara che trova anche due triple di Ramò. Dall’altra parte il Geas prima corre, poi risponde alle trappole difensive di Ferrara, che cambia costantemente le difese, cercando con costanza la lunga Ercoli che dopo qualche esitazione iniziale si fa notare con un canestro più libero supplementare per il 14-13. Con lei, bene anche Arturi, che dopo una tripla infila anche un tiro della media in transizione e costringe Chimenti all’ennesimo cambio difensivo con una box and one (trattamento riservato anche a Galbiati): il Geas chiude comunque avanti il primo periodo, 16-13.

Il secondo quarto vede subito Ferrara girare bene la palla e rispondere coi primi squilli di Miccio e Diene, che sul gioco a due con Cupido firma il sorpasso sul 16-18. La risposta lombarda è firmata ancora Arturi: il Geas però sbaglia tantissimi aperti (8/36 dal campo la prima metà, cinque punti nel secondo periodo) e fa fatica a impostare un gioco ordinato e lucido contro le mille facce della difesa impostata dalle emiliane. E dall’altra parte Ramò e Cupido non perdonano, la play ex-Ariano Irpino è l’anima della fuga di Ferrara con cinque punti e l’assist a Furlani per il 21-30, punteggio con cui si va al riposo a metà gara.

Al rientro in campo si rivede Ercoli, rientrata dopo un lungo riposo precauzionale (anche due falli per lei), subito una presenza in area. La pivot del Geas mette quattro punti di fila, ma non è sola, con lei c’è anche un’Arturi strepitosa al tiro, due triple e un eccellente tiro dalla media. La play riporta la squadra di Zanotti sul-2 (31-33), ma dall’altra parte l’esperienza di Miccio e Cupido trascinano le ferraresi, 11-3 di break e scarto che lievita 34-44. Dopo il timeout la capolista del Girone A ci prova pressando e la maggior aggressività paga i suoi dividendi, chiudendo il terzo quarto sul 40-46.

Ferrara sembra ritrovare smalto affidandosi all’aggressività di Ramò nell’ultimo periodo, il Geas non ne approfitta per rientrare: le emiliane provano la fuga con le triple delle solite Cupido e Miccio che regalano due volte il +9, ma ancora Arturi non si rassegna all’eliminazione, tre triple una più bella e folle dell’altra e il Geas si riavvicina sul -3. L’aggancio lo firma Barberis sul 54 pari ed è volata: Diene riporta le biancorosse sul +3 (54-57) a 2’10” dalla sirena, il Geas accorcia con Ercoli a 29″ dalla fine. Il fallo sistematico non paga per le lombarde, Cupido fa 2/2 dai liberi, dall’altra parte Galbiati pesta la riga: Ferrara prova a complicarsi la vita perdendo palla sulla rimessa successiva, ma la preghiera di Arturi non va a segno, vince Ferrara 56-59.

MVP Basketinside.com: Rosa Cupido (18 punti, 4/4 ai liberi, 4/5 da tre, 5 rimbalzi, 5 assist)

Geas Sesto San Giovanni: Schieppati 2, Arturi 27, Galbiati 6, Bonomi, Decortes, Gambarini 2, Panzera, Barberi 4, Grassia ne, Ercoli 15, Pusca ne. All. Zanotti.

Ferrara: Pieraccini, Cigic, Cecconi, Cupido 18, Diene 8, Miccio 14, Santarelli, Missanelli 2, Viviani ne, Ramò 12, Zussino ne, Furlani 5. All. Chimenti.

Fotogallery a cura di Marco Brioschi

Ferrara

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here