Sabato 17 ottobre a Roma l’Assemblea Elettiva Generale LBF

Il presidente Protani fa il punto della situazione.

di La Redazione

A pochi giorni dall’Assemblea Elettiva, in programma sabato 17 ottobre prossimo alle ore 12:00 a Roma, il Presidente in carica Massimo Protani ne approfitta per tracciare un consuntivo del quadriennio 2016-2020 e, al tempo stesso, considerata l’unità di intenti espressa dall’intero movimento che lo ha indicato come candidato unico per il prossimo quadriennio olimpico, guarda avanti con il senso di progettualità che ha caratterizzato l’intera sua attività.

“Parto da un presupposto, progettare per me vuol dire essenzialmente credere in ciò che si fa. Non solo, ma sono convinto anche che dalla misura in cui credi nei progetti dipendono gli esiti degli stessi. Se guardo al mio primo mandato da Presidente di LBF, nel rilevare le tante cose fatte insieme penso ai due cardini che le hanno rese possibili: l’unità di intenti e la voglia di agire”.

“Io e la mia squadra – prosegue Protani – intesa sia come Consiglio Direttivo, sia come Presidenti e Dirigenti di società e come collaboratori dell’ufficio operativo, abbiamo voluto come prima cosa dare un volto nuovo alla Lega. Il restyling è iniziato dal logo, per scegliere il quale abbiamo coinvolto Scuole, Istituti, Professionisti, ed è stato bello constatare, al momento di valutare gli elaborati, che ci trovavamo di fronte all’imbarazzo della scelta. Poi abbiamo voluto aumentare e migliorare la “reputation” nostra e dell’intero movimento lavorando sui social, e i numeri ci dicono oggi che abbiamo più che triplicato i contatti sui social media di riferimento. Volevamo un nostro canale TV e abbiamo creato, pur affrontando qualche prevedibile ed immancabile difficoltà, il contenitore LBF TV che migliora anno dopo anno”.

Ma non solo nell’area comunicazione si è concentrato il lavoro del quadriennio che si è da poco completato. “Sono stati quattro anni complessi, in cui abbiamo attuato un forte risanamento del bilancio e di tutte le attività, – continua Protani – conclusi con l’emergenza sanitaria con cui ormai tutti stiamo imparando a convivere. In questo senso LBF ha mostrato grande decisione anche con scelte importanti: è stata la prima Lega a fermarsi, e ha scelto di puntare forte su ben due manifestazioni, Supercoppa e Coppa Italia di A2, per la ripartenza, ottenendo successi e consenso per la loro riuscita, in particolare per l’attenzione a tutte le normative vigenti anti-covid. Particolarmente sofferta dopo 18 anni è stata la rinuncia all’Opening Day, format di nostra ideazione e ripreso successivamente da tanti, per una ripartenza dell’A1 in massima sicurezza”.

Un fronte unito e forte di una nuova rimodulazione dei tornei che, nonostante le difficoltà, non è stata intaccata: “Dispiace per la perdita di due piazze importanti come Torino e Palermo, ma al tempo stesso registriamo la lungimiranza e la visione di prospettiva nell’accogliere altre due piazze come Sassari, in rappresentanza della Sardegna, e Campobasso, ultima società del meridione a fare il suo ingresso in A1. Un campionato che è ripartito con nuove certezze date dal main sponsor Techfind, grazie alla passione e all’entusiasmo del dott. Buluggiu e della sua azienda nell’investire sulla massima serie in questo delicato momento storico”. Non solo A1: “La Serie A2 ha mantenuto lo scopo prefissato di arrivare a 28 squadre divise in due gironi. A tal proposito, pur con le difficoltà di un’Italia stretta e lunga, il sottoscritto e il Consiglio Direttivo s’impegneranno a trovare le migliori soluzioni per le collocazioni di tutte le piazze di Nord e Sud”.

E rimanendo in tema agonistico: “Vorrei sottolineare anche l’impulso dato dalla Lega Basket Femminile nella crescita e sviluppo della categoria 3X3, con l’organizzazione dell’Italian Women League di settembre 2019 che ha coinvolto quattro regioni, dando la possibilità a quasi duecento atlete di fare esperienza e cimentarsi in una disciplina olimpica giovane e in espansione”.

Tornando sul tema dei servizi, il Presidente uscente e candidato unico alla prossima Assemblea Elettiva aggiunge: “Chi mi conosce sa che sono sempre stato orientato verso gli interessi delle società, che sono patrimonio e fondamento del nostro movimento. In questo momento particolare il mio impegno e quello di tutta la “squadra” LBF, come mi piace definirla, si è triplicato nel tentativo di offrire un supporto maggiore, delle risposte certe e servizi ulteriori, senza gravare sull’attività economica delle singole società ma, al contrario, abbassando l’importo delle quote associative e aumentando i servizi offerti. Tra questi un esempio lampante è la piattaforma di video analisi, una delle migliori in ambito internazionale, messa a disposizione di tutte le Società di Serie A1, uno strumento che ha migliorato radicalmente il lavoro dei tecnici. Credo che la miglior testimonianza della bontà del lavoro svolto sia la pressoché unanime espressione di consenso alla mia ricandidatura al ruolo di Presidente per il prossimo quadriennio”.

Ultimi, ma solo per conferire loro maggior enfasi, vengono i ringraziamenti da parte del Presidente Protani: “Desidero ringraziare la FIP e il Presidente Petrucci per la vicinanza dimostrata nei confronti del movimento e nell’aver instaurato con noi un rapporto improntato su una reciproca e stretta collaborazione. Inoltre, desidero esprimere il mio ringraziamento a tutte le componenti, dai Presidenti ai Dirigenti, fino agli allenatori ed in particolare alle giocatrici, che in un momento di enorme difficoltà e caratterizzato anche da pesanti nubi, stanno affrontando con grande senso di responsabilità la ripresa degli allenamenti e del campionato, offrendo un grande esempio di come lo sport sia realmente, e non solo negli slogan, un veicolo di grande rilevanza sociale”.

Per chiudere, due parole su futuro prossimo. “Intanto lasciatemi ringraziare anche le società per il supporto ed il sostegno alla mia ricandidatura. Infine, voglio esprimere il mio entusiasmo per la candidatura da noi espressa per essere rappresentati da una figura di grande spessore come Rossella Ferro all’interno del prossimo Consiglio Federale e, contestualmente, perché avremo altre donne nel prossimo Consiglio Direttivo LBF come Edvige Cavallini del Geas e Guia Sesoldi dell’Use Rosa Empoli.
Un Consiglio Direttivo che potrà contare sull’esperienza e la lungimiranza di Roberto De Zotti della Reyer Venezia, Vittorio Giuriati di Lupebasket e Paolo Manclossi del Basket Team Crema, che hanno svolto un lavoro eccezionale nel quadriennio appena trascorso; e a cui si aggiungerà Marco Mura del San Salvatore Selargius.
Come recita un claim pubblicitario, “persone oltre le cose”, grazie alle quali, e rispondo alla domanda sul futuro, possiamo dire che il futuro del movimento è in buone mani”.

Area Comunicazione LBF

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy