SERIE A1: il punto di giornata

0

Eppure nel primo tempo le due squadre si erano annullate: (28-28) all’intervallo lungo con un secondo tempo di gara tutto da vivere. La squadra ospite però nel terzo periodo non è rientrata dagli spogliatoi rimediando un megaparziale di 23-6 (51-34). E’ questo il break decisivo che spacca in due la gara. A nulla serve la buona prova della Martinez (13) per Umbertide, il Cras Taranto vince (68-44). Continua la striscia positiva Le Mura Lucca che contro la Erg Priolo è trascinata da Willis (16) ed Hampton (14) e dall’esperienza dell’ex Phard Mery Andrade (12). Coah Diamanti può essere decisamente soddisfatto della vittoria esterna che non è mai stata messa in discussione dalle avversarie (14-21; 25-43; 37-57) con un (54-66) che legittima la maggiore esperienza delle ospiti. A nulla è valsa l’ottima prova della Cirov (18) per la Erg Priolo che rimane ferma a quota zero punti dopo quattro gare. Stesso destino per il Basket Alcamo contro la corazzata Schio che con il minimo sforzo si sbarazza delle avversarie (43-55) lasciandole a zero punti. Torna alla vittoria la GMA – Del Bò Pozzuoli  che riesce ad avere la meglio nei riguardi di una mai doma Bracco Geas S.S. Giovanni(80-75) grazie alla strepitosa prova di Kelly Mazzante (21) con 26 di valutazione 2/3 dalla media e 5/8 dalla lunga. Per le ragazze di coach Montini a nulla vale la splendida prova di Ilaria Zanon (18) ma c’è da considerare l’uscita di scena della Michailova (12) per 5 falli in soli 12’ di impiego. Secondo stop consecutivo, questa volta sul parquet amico, per Faenza vs la Pool Comense (48-69).  In una gara decisamente equilibrata nel primo tempo, con le padrone di casa in vantaggio nel primo periodo (18-14) e sotto di sole tre lunghezze all’intervallo lungo (34-37), la Comense è stata prima abile a sfruttare i quattro falli della Alexander ed ha poi costretto Faenza nel secondo tempo a cedere sotto i colpi della Hicks (20) con 9/12 dalla media tanto da rimediare nel terzo periodo un parziale di 0-10 (34-47) . Sul risultato finale pesa sicuramente anche l’assenza della Eric, ma non può essere sicuramente un alibi(48-69). Stop casalingo anche per il Cus Cagliari reduce dalla vittoria al photofinish proprio contro la Pool Comense. Ad avere la meglio sono gli emiliani della Lavezzini Parma (61-68) che conquistano quindi il terzo successo in campionato. Coach Procaccino deve ringraziare l’ottima vena di Nicole Antibe (18) e di Adriana (15) che riescono a mantenere la freddezza in una gara giocata punto a punto nella quale le ospiti sono riuscite nel finale a piazzare il break decisivo.