Supercoppa A1 Femminile – Ragusa vince agevolmente contro il Geas

Supercoppa A1 Femminile – Ragusa vince agevolmente contro il Geas

Vittoria netta per Ragusa su GEAS: 65-38 il finale.

di Andrea Fabbian

Passalacqua Ragusa- Allianz Geas Sesto San Giovanni: 65-38 (11-7 17-9 19-13 18-9)

Passalacqua Ragusa: Romeo* 13, Consolini 3, Kacerick 8, Gatti 1, Stroscio, Soli* , Nicolodi 2, Walker* 21, Hamby*6, Gatti, Ibekwe* 11

Allianz Geas Sesto San Giovanni: Zampieri 2, Arturi, Botteghi, Verona* 2, Crudo* 14, Oroszova* 10, Williams, Panzera* 3, Ercoli, Brunner* 7

A Schio va in scena la prima semifinale della Supercoppa tra Geas e Ragusa. Il match è infarcito di errori da entrambe le parti, soprattutto nel primo quarto con soli 18 punti segnati. A spuntarla è Ragusa che prevale in virtù della maggiore esperienza e caratura; ottima prova di Walker  con  21  punti. Per GEAS bene Crudo con 14 punti.

Il primo quarto non è particolarmente godibile: il GEAS inizia con numerosi errori, ma Ragusa non converte mai le palle rubate. La partita potrebbe anismarsi sull’antisportivo fischiato a Panzera ma la squadra siciliana non converte il possesso. I due allenatori allargano da subito le rotazioni ma nè le stelle nè le giovani delle due squadre graffiano. All’interno di questo festival degli errori si distingue Walker che segna 4 punti.

Nella seconda frazione Ragusa prova ad alzare il ritmo con un  7-0 propiziato da 4 punti di Hamby e da una tripla di Kacerick. GEAS dal canto suo continua a fare molta fatica ma trova cinque punti da Crudo e soprattutto mette più intensità nel suo gioco. L’intensità però non significa lucidità e su un airball di Oroszova Kacerick lancia per Walker che porta il vantaggio in doppia cifra sul 24-14.  Coach Zanotti prova a fermare la partita ma la sua squadra non si scuote e chiude il primo tempo sul 28-16.

Il terzo quarto è una replica dei primi: GEAS sbaglia molto e  Ragusa ne approfitta con un’ottima Walker da 5 punti in 5 minuti. Per GEAS non ci sono molte idee in attacco e anche quando riesce a costruire un buon tiro aperto spesso lo sbaglia. Il primo momento di continuità in attacco per le lombarde arriva a due minuti dal riposo con due canestri di Panzera e Crudo che convincono Recupido al timeout. Sesto si scuote ma per Ragusa sale in cattedra Romeo che con 8 punti ricaccia indietro le avversarie.

Nell’ultima frazione la musica non cambia con il distacco che continua a dilatarsi; per GEAS brilla Crudo che supera Oroszova e arriva a 14 punti segnati. Il divario tra le due squadre è troppo ampio e le lombarde non sono mai state in partita, gli ultimi minuti sono poveri di spettacolo con diversi errori e falli da entrambe le parti. Alla fine il tabellone infligge una punizione piuttosto severa alle rossonere con un pesante -28.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy