Umana Reyer Femminile: al via il raduno per la stagione 2021-2022

0

Giovedì 19 Agosto è stata giornata di ritrovo per la neo campionessa d’Italia Umana Reyer targata – per la prima volta – Massimo Romano, succeduto a Giampiero Ticchi dopo la risoluzione contrattuale con il tecnico emiliano a inizi Giugno. Dopo il primo allenamento sostenuto ieri pomeriggio al Palasport Taliercio, oggi le protagoniste della vittoria dello scudetto nella stagione 2020/2021 si sono concesse alla stampa e il primo a intervenire è stato il presidente Federico Casarin, seguito poi dal “neo” Coach Massimo Romano, Martina Bestagno, Gintare Petronyte, Debora Carangelo e Francesca Pan. La stagione delle campionesse d’Italia si aprirà ufficialmente a fine Settembre con la Supercoppa in modalità Final Four.

Le parole delle protagoniste della Reyer Venezia

Il primo a prendere la parola è stato il Presidente della Reyer Venezia Federico Casarin, che ha alzato il sipario sulla nuova stagione e confermando ancora le bellissime emozioni vissute la scorsa stagione in gara 5 della finale scudetto contro il Famila Schio, titolo vinto poi proprio dalle oro – granata. A seguire le parole del “neo” Coach Massimo Romano.

Casarin: “Buongiorno a tutti e grazie a voi e grazie anche a chi ci segue da casa. È chiaro che, come dicevo ieri alle ragazze, è un’emozione rivederle perché in mente c’avevo ancora quegli istanti di gara 5 che è stato qualcosa di importante, uno scudetto, una vittoria che era da tanti anni che l’Umana Reyer cercava e con il femminile era sempre arrivata vicino e non era mai riuscita ad assaporare quella gioia. Quindi rivederle, mi ritornavano in mente alcune immagini, alcune sensazioni che abbiamo vissuto in quel periodo di finale scudetto. È chiaro che l’anno scorso è stata una stagione strepitosa per tanti versi perché abbiamo disputato quattro finali (due vittorie) anche se come raccontavo ha vissuto anche momenti non facili perché quando perdi di un punto allo scadere è una cosa che ti rimane dentro e la capacità del club, dello staff tecnico e della squadra è stata quella di reagire e di compattarsi ancora più forti per raggiungere quel sogno che era lo Scudetto. Quindi l’intento è quello di ripartire da quell’immagine che noi/loro hanno in memoria, consapevoli anche che avendo lo scudetto sul petto le avversarie saranno agguerrite e ci sarà da combattere ad ogni istante, però siamo pronti, siamo soddisfatti della squadra che abbiamo creato, delle riconferme, dei nuovi arrivi. Pensiamo di essere competitivi in tutte le competizioni compresa l’Eurolega dove andremo ad affrontare una competizione davvero importante, ci saranno formazioni agguerrite, di livello fantastico e sarà anche modo di misurarci però partiamo con un desiderio, una fame “sportiva” importante e vogliamo consolidare tutto quello che abbiamo fatto in questi anni.”

Romano: “Salve a tutti, felice di rivedervi. In primis ringrazio la società oro – granata che mi ha dato questa grande opportunità. Lavorare in una società come la Reyer è sempre un piacere, un onore per un allenatore ed è sempre per certi aspetti più facile perché c’è veramente un’organizzazione incredibile, quindi deve essere veramente tanto per un allenatore lavorare e cercare le giocatrici. A me è già capitato di vincere uno scudetto da vice – allenatore a Napoli nel 2006, però non sono riuscito a rimanere perché poi son stato chiamato da un’altra società invece questa volta giocherò con la maglia scudettata e soprattutto l’affronterò da capo allenatore, cosa che è completamente diversa dal vice. Le emozioni saranno enormi perché comunque è una grande sfida, però le grandi sfide danno sempre secondo me grandi soddisfazioni quindi le cose facili non sono mai belle. Sarà un’emozione, sarà bello giocare sicuramente in campionato con il tricolore ma soprattutto la massima competizione europea, quindi siamo pronti a lavorare su queste cose qui, le ragazze sanno che comunque le competizioni saranno molto difficili e tutte dovranno dare veramente tanto. Lo staff è pronto, siamo tutti pronti quindi aspettiamo solo che si inizi e non vediamo l’ora.”

Bestagno: “Buongiorno a tutti, sono delle emozioni bellissime anche perché si abbiamo vinto lo scudetto, ma ce lo siamo godute veramente poco perché poi per vari impegni siamo dovute ripartire tutte il giorno dopo. Avremmo un grosso bersaglio sulla schiena, dobbiamo abituarci perché forse questa sarà la più grossa differenza mentre gli anni scorsi eravamo degli underdog, quest’anno siamo le favorite giustamente perché siamo le campionesse in carica però è un tipo di pressione che dobbiamo imparare a gestire, imparare a conviverci e penso che non ci sia pressione più bella di avere uno scudetto cucito sulla maglia.”

Petronyte: “Ciao a tutti, è un’emozione meravigliosa essere campionesse d’Italia, ripensare a quello che abbiamo fatto l’anno scorso, di come abbiamo finito la stagione e soprattutto è una grande soddisfazione continuare a far parte di questo gruppo. Sono orgogliosa di continuare a far parte del gruppo Reyer e dello spirito che ha questa squadra e che dobbiamo continuare ad avere anche nella prossima stagione perché sono convinta che possiamo continuare il nostro percorso di crescita e continuare a competere, ovviamente non sarà facile perché ripetersi non è mai facile, però credo che questa squadra abbia le possibilità di continuare a migliorare.”

Carangelo: “Ciao a tutti, sicuramente non è facile rimanere in una squadra per tanti anni, io sono felice e questa società è per me ormai una famiglia, mi appartiene e sono onorata. Inizierò la stagione nel migliore dei modi come tutti gli anni, l’inizio è sicuramente più duro perché si torna dall’estate però noi già oggi che abbiamo fatto il primo allenamento è stato un bel allenamento, siamo cariche e abbiamo tanta voglia di fare anche perché iniziamo da campionesse d’Italia e quindi non sarà facile, tutti cercheranno di batterci però è bello. Inizi con un sorriso in più, una gioia in più, un’emozione comunque emozionante perché tenere sulla maglia uno scudetto non è che ti capita tutti gli anni e quindi è bello, son felicissima.”

Pan: “Non mi aspettavo una stagione così, era il mio primo anno e quindi anche per me era un anno di sfide e io ho sempre dato il massimo, ho sempre lavorato con impegno e poi alla fine ho avuto questo grandissimo risultato di vincere l’MVP che è un premio prestigioso però quello non era il mio obiettivo, il mio obiettivo era quello di vincere con la squadra, di vincere con la Reyer e quello mi ha resa più felice dell’MVP.”

Le parole in esclusiva alle domande di Basketinside

Coach Massimo Romano, Martina Bestagno, Debora Carangelo e Francesca Pan hanno risposto a delle domande fatte da noi di Basketinside. Ecco le relative domande e risposte.

Domanda a Coach Massimo Romano: “Nella sua idea tattica di gioco quanto ci sarà di quella che era la Reyer dell’anno scorso?”

Coach Massimo Romano: “Sicuramente l’idea nostra è quella di continuare a giocare un basket in velocità, anche perché per le caratteristiche delle giocatrici siamo propense a giocare questa tipologia di basket. È normale che avremo anche delle giocatrici diverse perché comunque alla fine Kayla Thornton non è Howard e comunque Astou Ndour non è Fagbenle, quindi anche la fisicità sarà un po’ diversa. Lo scopriremo anche un poco pian piano che loro arriveranno come si integreranno al nostro gioco, ma di base sicuramente l’idea è quella di correre. Quello che dobbiamo migliorare è l’attacco con la difesa schierata e quindi avere un po’ più di qualità nel gioco schierato, quello sicuramente dovrà essere una delle nostre qualità che dovremo migliorare, naturalmente questo varrà anche per la difesa. Comunque noi alla fine dovremo essere bravi anche a difendere in un certo modo, essere bravi anche a cambiare difesa rispetto all’anno scorso dove avevamo forse delle situazioni meno dinamiche da questo punto di vista, invece quest’anno cercheremo di variare un po’ più le difese rispetto all’anno scorso. Queste sono un po’ le idee di base che vorremmo sviluppare ma sicuramente ci sarà tanto di quell’anno scorso perché le giocatrici sono più o meno le stesse, io non sono un’allenatore che viene da fuori, io sono quello che è stato qui anche l’anno scorso quindi normale che qualcosa noi ripeteremo o comunque cercheremo di migliorare anche qualche piccola situazione che l’anno scorso non andava, quindi sicuramente questo è un vantaggio per me rispetto ad un allenatore che prenderà completamente in mano tutto.”

Domanda alla capitana Martina Bestagno: “Che cosa cambierà, tanto per Venezia tanto per le altre squadre quest’anno, visto che lo scudetto ce l’ha sul petto proprio la Reyer?”

Martina Bestagno: “È un’altra stagione quindi cambierà tanto per tutte le squadre, ci sono nuove giocatrici, si ristabiranno dei nuovi equilibri durante il campionato. Per noi sarà più dispendioso, più difficile perché faremo due campionati, non saranno solo poche partite e in bolle ma sarà comunque delle partite spalmate su più tempo, viaggi più lunghi e quindi sarà anche mentalmente e fisicamente più difficile però è quello che facciamo, è il nostro lavoro, siamo veramente super contente di tornare ad una “quasi” normalità almeno per quanto riguarda il format delle competizioni e ci faremo trovare pronte il più possibile.”

Domanda a Francesca Pan e Debora Carangelo: “Un vostro pensiero sul girone dell’Eurolega?”

Francesca Pan: “È un girone tosto ma come lo è l’altro, sono le migliori sedici squadre d’Europa quindi sarà competitivo, sarà tosta però noi faremo del nostro meglio.”

Debora Carangelo: “Confermo quello che ha detto prima Francesca, noi lotteremo per i migliori posti poi vedremo,chi vivrà vedrà.”