Verso la Coppa Italia di Serie A2 “Azimut” 2020: il punto sui match

Manca poco alla Coppa Italia di A2 Femminile.

di La Redazione

Non solo Techfind Serie A1: nel weekend del basket femminile anche la Serie A2 celebra il ritorno in campo, con la Coppa Italia “Azimut” 2020. Al PalaEinaudi di Moncalieri tre giorni di gran pallacanestro tra otto delle più ambiziose realtà del campionato: tutti a caccia del trofeo che attualmente è detenuto dal Basket Team Crema, campione per due volte di fila nel 2018 e 2019. L’analisi quarto per quarto.

CREDIT AGRICOLE CESTISTICA SPEZZINA-DRAIN BY ECODEM ALPO
Venerdì 25 settembre ore 12.00 (diretta in chiaro LBF TV)
Apre la giornata di venerdì una sfida che promette equilibrio, tra due realtà che da anni occupano stabilmente i primi posti della classifica e competono per grandi traguardi ai Playoff. La Spezia ha mantenuto la filosofia delle ultime stagioni: quintetto di veterane, panchina giovane, fresca ed energica. I perni rimangono sempre Lana Packovski (12.8 punti di media col 34% da tre nel 2019/2020), Silvia Sarni (11.9 punti, 7 rimbalzi) ed Elisa Templari (13.4 punti, 36% da tre); c’è grande curiosità verso la novità Isabel Hernandez Pepe e soprattutto verso Elisabetta Linguaglossa, al rientro dopo un anno di stop per maternità.
La forza di Alpo probabilmente è la continuità: ossatura confermata rispetto alla scorsa stagione, con innesti qualitativi. Reduce da un’annata a Lucca, Annalisa Vitari assicura maggior profondità al settore lunghe e anche una buona dose di esperienza; Elena Gualtieri, classe 2001 arrivata dal Basket Club Bolzano, porta energia e freschezza; Anastasia Conte viene da una stagione da 9.2 punti di media a Moncalieri, possibile il suo impiego ancora più da guardia e realizzatrice quest’anno, data la presenza di Sofia Vespignani (4.7 assist di media) in cabina di regia. E a proposito di certezze, occhio alla frontline composta da Veronica Dell’Olio (9.5 punti col 36% da tre), Laura Reani e Marina Dzinic, sicure eccellenze della categoria.

BASKET TEAM CREMA-LA BOTTEGA DEL TARTUFO UMBERTIDE
Venerdì 25 settembre ore 15.00 (diretta in chiaro LBF TV)
Crema alla caccia di un successo storico: con un’affermazione a Moncalieri sarebbe la prima squadra a fare “three-peat”, tre vittorie di fila, e raggiungerebbe Napoli per trofei complessivi vinti. C’è grande curiosità attorno alle cremasche di coach Giuliano Stibiel perchè, puntando su un organico tutto italiano, il mercato è stato ambizioso: il ritorno a Crema di Alice Nori (lunga mancina reduce da una stagione di A1 a Battipaglia) e quello sul parquet di Giulia Gatti, oltre a un’aggiunta di grandissima qualità come Carolina Pappalardo, 14.5 punti di media lo scorso anno con Nico Basket.
Non da meno l’ambizione di Umbertide, altra realtà importante della nostra pallacanestro che continua un progetto basato sulle giovani: in estate da Lucca è arrivato il neo-coach Michele Staccini, sul parquet la società ha dato un’ulteriore rinfrescata all’organico aggiungendo la 2000 Beatrice Baldi, la 2001 Beatrice Stroscio e la 2002 Sara Speziali. Da non sottovalutare anche la 22enne Sofia Dell’Olio, buoni spezzoni a Faenza la scorsa stagione. Prima della Coppa Italia, tra l’altro, le umbre hanno ritrovato il loro capitano Federica Giudice (top scorer con 13.8 punti la scorsa annata), che ha saltato la prima parte di preparazione ma ora pare pronta per i primi impegni ufficiali, dopo esser rientrata nell’ultimo test di questo fine settimana contro San Giovanni Valdarno. Da valutare le condizioni di Aneta Kotnis e Flavia De Cassan, tenute a riposo nelle ultime uscite.

E-WORK FAENZA-BASKET CARUGATE
Venerdì 25 settembre ore 18.00 (diretta in chiaro LBF TV)
Poche novità nell’organico e un paio di aggiunzioni di qualità: la Faenza di coach Paolo Rossi, coach più longevo dell’A2, riparte dal carisma di Simona Ballardini, dalla duttilità delle ormai veterane Federica Franceschelli, Greta Brunelli, Lucia Morsiani e Licia Schwienbacher,  oltre che da aggiunte preziose come Liga Vente (12.8 punti e 9 rimbalzi a Udine la scorsa stagione) e Rachele Porcu, regina degli assist di A2 (sempre oltre i 5 di media nelle ultime tre stagioni). Occhio anche alle giovani: Serena Soglia, classe 2000, e Sara Franceschini, 2001, sono buoni pezzi per la lunga rotazione bianconera.
A proposito di giovani, Carugate quest’anno ha puntato forte su un triplo prestito da Costa Masnaga: le 2002 Camilla Allevi, Silvia Colognesi e Chiara Discacciati allungano il roster delle lombarde. Che hanno punti di riferimento precisi nella play Francesca Diotti (8 punti e 3.2 assist) e nell’ala Sara Canova (miglior stagione in carriera l’anno scorso per punti di media, 12.5), confermatissime dopo una grande scorsa stagioni. Da Broni è arrivata la 2000 Greta Miccoli mentre il colpo del mercato è la ’98 Beatrice Olajide, 13.4 punti e 8.4 rimbalzi di media la scorsa stagione a Vicenza. Squadra dall’anima difensiva che sotto la guida di coach Luigi Cesari è cresciuta molto su quest’aspetto: l’allenatore ha dovuto lasciare per motivi personali, adesso starà a Stefano Fassina proseguire sull’ottima strada intrapresa dal club e lasciare la sua impronta su un gruppo con molto potenziale.

AKRONOS MONCALIERI-CUS CAGLIARI
Venerdì 25 settembre ore 21.00 (diretta in chiaro LBF TV)
Nell’ultimo match del venerdì la società ospitante sfida il Cus Cagliari, tra le squadre più progredite in classifica la scorsa stagione. L’Akronos Moncalieri di coach Paolo Terzolo si presenta profondamente rinnovata a questa competizione, avendo perso qualche pezzo rispetto alla scorsa stagione. Le novità sono la giovane 2002 Agnese Bevolo (già vista a Viterbo) e soprattutto la lunga Clara Salvini, 69 presenze in Serie A1 tutte con la maglia di Torino. Rispetto a qualche mese fa le certezze sono la fisicità della lunga classe ’98 Lydie Katshitshi, la duttilità di Ilenia Cordola e Claire Giacomelli, l’esperienza di Erica Reggiani in regia ed Elisabetta Penz in guardia per un organico che rimane decisamente completo e attrezzato.
Anche il Cus Cagliari di coach Federico Xaxa ha agito attivamente sul mercato, inserendo alcuni volti nuovi. La squadra rimane fondata sulla verve di Erika Striulli, già performante in prestagione dopo un 2019/2020 da 15.1 punti di media a gara, mentre l’area verrà presidiata da Ana Ljubenovic, 13.6 punti e 8.2 rimbalzi nello scorso campionato. Nel reparto lunghe, è tornata in Sardegna dopo l’esperienza a Torino la pivot bulgara di formazione italiana Aleksandra Petrova; statistiche alla mano, il colpo più importante è forse l’ala Giulia Prosperi, reduce da una stagione da 11.2 punti di media con la maglia di Umbertide. Da non sottovalutare poi il potenziale impatto di Eugenia Caldaro e Arianna Puggioni che potrebbero incidere rispettivamente con atipicità e tiro da tre.

Di seguito, infine, il programma completo di Semifinali e Finale, dopo i match dei quarti di venerdì:

SEMIFINALI (26 settembre)
– ore 17:30 • Vincente gara E-Work Faenza-Mapptools Carugate vs Vincente Basket Team Crema/La Bottega del Tartufo Umbertide
– ore 20:30 • Vincente Akronos Moncalieri-Cus Cagliari vs Crèdit Agricole Carispezia Cestistica Spezzina-Drain by Ecodem Alpo
FINALE (27 settembre)
– ore 18:00 • Vincente Semifinale 1 vs Vincente Semifinale 2

La Finale andrà in differita martedì 29 settembre sui canali MS Channel e MS Sport (digitale terreste, canale 814 di Sky).

Area Comunicazione LBF

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy