Domani l’All Star Game 2017 della WNBA, Sue Bird al 10° anno

0
Sue Bird da 14 anni alle Seattle Storm

Inizia domani l’All Star Game Wnba 2017 che si terrà a Seattle ospite delle Storm e della Key Arena per la prima volta in assoluto. Le giocatrici che parteciperanno alla manifestazione  sono state selezionate da una combo di fan, media e voto delle stesse giocatrici. I fan rappresentano il 50% delle votazioni per determinare il quintetto base della Wnba All Star 2017, mentre i giocatori attuali e un gruppo di media rappresentano il 25% ciascuno.

Maya Moore, delle Minnesota Lynx, è stata leader globale con 32.866 voti, mentre Elena Delle Donne, Washington Mystics, è finita in seconda posizione con 31.414 voti (purtroppo EDD non potrà partecipare a causa di un infortunio).

Roster ufficiale Western e Eastern – W: 1. Sue Bird, Seattle Storm (10 apparizione) 2. Diana Taurasi, Phoenix Mercury (8 app.) 3. Maya Moore, Minnesota Lynx (5 app.) 4. Candace Parker, Los Angels Sparks (4 app.) 5. Sylvia Fowles, Minnesota Lynx (4 app.)

E: 1. Tiffany Hayes, Atlanta Dream (prima apparizione) 2. Jasmine Thomas, Connecticut Sun (prima app.) 3. Sugar Rodgers, New York Liberty (sostituta di EDD e prima app.) 4. Jonquel Jones,Connecticut Sun (prima app.) 5. Tina Charles, New York Liberty (5 app.)

E per quanto riguarda i coach? Le Minnesota Lynx e le New York Libertyhad detengono i migliori record nelle loro rispettive Conference (Western  Eastern) durante la stagione 2016, rendendo quindi Cheryl Reeve e Bill Laimbeer i coach prescelti per l’All Star Game 2017 (Reeve per la Western e alla sua terza apparizione e Laimbeer per la Eastern). A causa di una questione familiare, Laimbeer verrà sostituito temporaneamente da Curt Miller (prima apparizione sulla panchina Eastern) delle Connecticut Sun.

Sono due le grandi assenze: Elena Delle Donne e Brittney Griner, le quali non hanno potuto partecipare a causa degli infortuni. Infatti la Griner ha subito lesioni al ginocchio e alla caviglia, mentre Delle Donne una brutta storta alla caviglia.

Sue Bird è al suo decimo anno consecutivo: “È così strano, sono passati 10 anni! Il mio anno da rookie, venni votata dai fan e non ho mai capito come sia stato possibile! La cosa più bella che ricordo è l’aver giocato con le più grandi atlete dell’epoca: Lisa Leslie, Tina Thompson, Ticha Pinacheiro e Sheryl Swoopes” ha dichiarato la Bird che partecipò all’All Star nel 2002 aiutando la fazione del West a vincere 81-76 sulla Estern.

Sue Bird ha vinto due campionati WNBA (2004, 2010), 4 medaglie d’oro olimpiche (2004, 2008, 2012, 2016) e per 3 volte è stata top assist (2005, 2009, 2016). Inoltre, è una delle nove donne ad aver vinto una medaglia d’oro olimpica, un campionato NCAA e un campionato WNBA.

Per la regular season Wnba la classifica non mente: prime in assoluto le Minnesota Lynx (16pt) 2. Los Angeles Sparks (14) 3. Connecticut Sun (12) 4. Washington Mystics (12) 5. Phoenix Mercury (11) 6. New York Liberty (10) 7. Dallas Wings (10) 8. Atlanta Dream (9) 9. Seattle Storm (9) 10. Indiana Fever (8) 11. Chicago Sky (8) 12. San Antonio Stars (3).

Sue Bird Highlights:

[fnc_embed]<iframe width=”560″ height=”315″ src=”https://www.youtube.com/embed/qbJuTYmKkag” frameborder=”0″ allowfullscreen></iframe>[/fnc_embed]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here