Seattle Storm senza freni, campionesse WNBA per la quarta volta!

0
ESPN.com

Le Seattle Storm si sono laureate campionesse WNBA per la quarta volta nella loro storia. Restano imbattute alle Finals dove in quattro viaggi hanno sempre portato a casa il titolo!
Gara-3 è un dominio di Seattle che dilaga, le Aces non ci sono più dalla rimonta di gara-2. Las Vegas a dir la verità parte meglio sul 7-0, che diventa 11-2 con Wilson e McCoughtry a far la voce grossa. Dall’altra parte Loyd e Stewart tengono a contatto le Storm, che prima rimontano e poi con Canada infilano i canestri del sorpasso: al 10′ Seattle conduce 23-21.
Fino a metà secondo quarto le Aces ci sono (31-33) ma poi Sue Bird e Jewelle Loyd si mettono in proprio per il parziale di 9-0 che dà la prima spallata al match. La tripla di McBride dà speranza, ma all’intervallo le Storm guidano 43-34.
Ad inizio ripresa arriva la seconda spallata, questa da ko: 10-0 Seattle con Bird, Stewart, Clark e una grande Canada per il 55-36 che sa tanto di resa per Las Vegas. A fine periodo la situazione è ancora peggiore per le Aces, infatti il risultato dice 75-48 Storm.
Nella passerella degli ultimi 10′ si vola anche a +30 e il punteggio finale è davvero pesante: Seattle Storm sono campionesse WNBA dopo aver vinto 92-59 gara-3, divario massimo nella storia delle finali. Quarto titolo dopo quelli del 2004, 2010 e 2018, con undici successi di fila alle Finals: l’ultima gara persa risale al 2004.
Breanna Stewart è stata premiata MVP delle Finals dopo aver chiuso questa partita con 26 punti e 10/14 al tiro, ma delle Finals da oltre 28 punti di media.
Seattle Storm – Las Vegas Aces 92-59 (SERIE 3-0)
Storm: Stewart 26,  Loyd 19, Clark 10, Bird 5, Howard 5, Canada 15, Russell 6, Magbegor 2, Tuck 2, Prince 2, Langhorne, Whitcomb NE.
Aces: McCoughtry 7, Wilson 18, Swords 6 (10 rimbalzi), McBride 9, Robinson 4, Young 11, Allen 2, Burdick, Rodgers, Cannon 2, Hamby NE, Cambage NE, Plum NE.