Wnba: Griner a 29 su Seattle, Zandalasini in panchina (per ora)

Wnba: Griner a 29 su Seattle, Zandalasini in panchina (per ora)

Sono 29 i punti del centro di Phoenix, Brittney Griner, che trionfa su Seattle. Perdono di uno le Lynx della Zandalasini che aspetta il debutto del 2018

di Caterina Caparello

Con lo scudetto nel cuore, un anello al dito e la palla da basket in una mano, Cecilia Zandalasini è pronta a scendere in campo per una completa stagione di Wnba.

La Zanda nazionale, reduce del suo terzo scudetto con la casacca della Famila Schio – che ha sconfitto in gara 5 la Passalacqua Ragusa 62-54 – è volata in America per indossare la divisa delle Minnesota Lynx, la squadra di Maya Moore che l’ha aggiunta nella sua rosa il 29 agosto 2017 e con la quale ha conquistato, il 5 ottobre 2017, il suo primo anello Wnba.

Poiché l’Italia non parteciperà ai Mondiali 2018 che si terranno in Spagna dal 22 al 30 settembre, questo può essere un periodo molto ghiotto per Cecilia, la bronese infatti riuscirà a giocare tutta la stagione riuscendo a mettersi in luce e a dimostrare ancora di più la sua bravura e mentalità da vera cestista. Un’occasione davvero da prendere al volo.

Nella giornata del 20 maggio, le Minnesota Lynx hanno affrontato le loro nemesi Los Angeles Sparks (con cui, proprio nel 2017, si scontrarono in finale per l’ambito anello) perdendo di un solo fondamentale punto (77-76). Dopo una lotta punto a punto, che ha visto in pole position Lindsay Whalen (17pt), Sylvia Fowles e Rebekkah Brunson (15 pt), le linci sono state sconfitte al suono della sirena dal canestro di Chelsea Gray (18) approfittando dell’errore difensivo della Augustus (6). Panchina per la Zandalasini da un lato e per Candance Parker dall’altro, quest’ultima a causa di un piccolo infortunio alla schiena.

Partono bene, invece, le Mystics di Elena Delle Donne (13) con il trionfo su Indiana 82-75. Una Delle Donne sottotono, con 5-18 e una sola tripla, oscurata da un’inarrestabile Natalie Achonwa (21) che ha cercato invano dare una vittoria alle sue Fever.

Chapeau invece ai 29 punti (e 10 rb) di Brittney Griner nella partita contro Seattle, che finisce 87-82 per le Mercury. Una sfida affatto scontata con le Storm di Breanna Stewart (22) e Sue Bird (10 e 5 ast) che hanno dato del filo da torcere a Diana Taurasi (12).

Risultati 20 maggio: LAS-MIN 77-76, IND-WAS 75-82, NYL-CHI 76-80, PHX-SEA 87-82, LVA-CON 65-101, ATL-DAL 78-101.

Stanotte: LAS-IND, LVA-WAS.

23 maggio: ATL-CHI, DAL-MIN, SEA-PHX.

Chelsea Gray’s Buzzer

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy