WNBA, la tempesta delle Lynx si abbatte su Indiana

Fever massacrate dalle vicecampionesse in carica.

di Ario Rossi, @ArioRossi7

Nella notte WNBA è andata in scena un vero e proprio monologo da record. Le Minnesota Lynx hanno steso le Indiana Fever 111-52, decretando il massimo scarto di sempre a quota 59, ben tredici in più (46 punti, 111-65 il finale) del precedente record fatto segnare dalle Seattle Storm nel 2010 contro le Tulsa Shock, dallo scorso anno diventate Dallas Wings.

Altro record riguarda il parziale fatto segnare dalle Lynx a cavallo tra primo e secondo periodo, un 37-0 (!) che non lascia spazio a repliche. Dal 22-9 dopo 7′ di gioco fino al 59-9 esattamente 12 minuti dopo. Sette giocatrici delle Lynx erano già andate a referto nel solo primo quarto.

Minnesota ha mancato il record di franchigia per punti segnati (114) per sole tre lunghezze. Fowles miglior realizzatrice con 25 punti, seguita dalla Montgomery con 20 e Perkins con 15: Minnesota è senza due titolari come Brunson e Whalen per infortuni.

E pensare che la settimana scorsa, dopo una partita combattutissima, le Fever vinsero 84-82 proprio contro le Lynx….

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy