WNBA – Seattle va sul 2-0 all’OT, Atlanta pareggia i conti. Si va ora a Phoenix e Washington

0
Breanna Stewart - Credits: AP

Tempo di gara-2 per entrambe le serie di semifinale WNBA, e già abbiamo la certezza che una gara-4 ci sarà. La giocheranno Atlanta Dream e Washington Mystics, grazie al pareggio delle prime nella serie che aveva subito visto Elena Delle Donne dar spettacolo nella prima partita. Spalle al muro invece Phoenix, con le Mercury sotto 2-0 dopo aver perso all’overtime con le Seattle Storm già dominatrici della stagione.

Phoenix Mercury 87-91 Seattle Storm (OT)

Serve un overtime per decidere la seconda sfida della KeyArena. Di fronte a quasi diecimila persone, lo spettacolo offerto da Mercury e Storm è costellato di cambi al comando della partita, con Taurasi da una parte e Stewart dall’altra che fanno la voce grossa quando possono (chiuderanno con 28 e 27 punti rispettivamente). Phoenix, però, a un certo punto si ritrova sotto di 19 nel terzo quarto e poi di 17 (56-73): sembra finita, perché mancano sei minuti alla fine, e invece Taurasi ne combina un’altra delle sue, guidando le Mercury alla rimonta e poi pareggiando da tre punti. Seattle sembra piegata in due, va sotto 85-81, e invece risorge con un parziale che, tra tiri liberi, Sue Bird e Jewell Loyd, diventa decisivo: il 10-2 vale l’87-91 e il doppio vantaggio nella serie.

Washington Mystics 75-78 Atlanta Dream

Elena Delle Donne ne mette a segno 27, ma non riesce il secondo colpo esterno di fila: ad Atlanta, le Dream salvano gara-2 e volano a Washington ancora con speranze di far valere il proprio status di numero 2 della regular season. Il punto di svolta della partita si ha sul 70-68 per le Mystics: a tre minuti dalla fine, Delle Donne, mentre si prepara per bucare la difesa delle Dream, rimane praticamente inchiodata sulla gamba sinistra e poi finisce a terra dolorante. Washington, che già deve fare a meno di McCoughtry, a quel punto s’è trovata davanti Hayes che ha preso per mano le Dream e le ha portate alla vittoria. Da segnalare i 22 punti di Alex Bentley, che pur uscita dalla panchina è stata la miglior realizzatrice di Atlanta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here